FANDOM


Simbolo Online

L'Ouroboros rappresenta i simboli delle tre alleanze mentre si divorano l'un l'altro

Le Alleanze sono le tre grandi fazioni che si affrontano nella Guerra delle Alleanze, chiamata anche Guerra delle Tre Bandiere. Gli schieramenti sono i seguenti:

Le alleanze si contendono il possesso della provincia di Cyrodiil, che risulta di conseguenza il principale campo di battaglia.

FormazioneModifica

Nel 2E 579, la Città Imperiale venne colpita da un'esplosione di energia arcana nota come Scoppio di Anime, che scosse l'intero Nirn e causò la sparizione dell'Imperatore Varen Aquilarios. La moglie, Clivia Tharn, gli successe in qualità di Imperatrice reggente. Era, tuttavia, inconsciamente manipolata da Mannimarco, che divenne il vero padrone della Città Imperiale. Quando le Ancore Oscure caddero su Tamriel, la Torre di Oro Bianco cadde nelle mani di Molag Bal e dell'Ordine del Verme Nero, mentre Clivia Tharn risultava scomparsa e il Consiglio degli Anziani era nel caos. Il confine fra i piani dell'Oblivion e Nirn venne infranto, e Molag Bal diede inizio al suo tentativo di trascinare Tamriel nel proprio reame di Coldharbour, nell'evento noto come Fusione dei Piani. I Daedra sciamarono su tutto il continente, numerosi come mai prima. La costellazione del Serpente divenne così grande da dominare l'intero cielo notturno.

Senza un Imperatore sul Trono di Rubino, l'Impero cadde in rovina. Di fronte al pericolo incombente, molte province si unirono in fazioni, ognuna reclamando il trono e cercando di imporre le proprie condizioni.

AlleanzeModifica

Primo Dominio AldmeriModifica

Aldmeri Dominion
Quotebg2
"Per la Regina!"
―Motto del Dominio

Il Primo Dominio Aldmeri era la fazione che univa le Isole Summerset alle province di Valenwood ed Elsweyr. La capitale, Elden Root, sorgeva nelle profondità delle foreste di Valenwood.

La razza dominante era quella degli Altmer, che si assicurarono che Bosmer e Khajiiti si unissero alla propria causa. Il Dominio era guidato dalla giovane regina Altmer Ayrenn.

L'obiettivo principale del Dominio era proteggere Tamriel dai disastri che i Daedra stavano causando e impedire agli Uomini di corrompere Nirn. Ritenevano che la breve vita degli uomini fosse incompatibile con il ruolo di guida, e che l'unica soluzione fosse prendere il trono e amministrare loro il continente.

Alleanza di DaggerfallModifica

Stemma Alleanza Daggerfall
Quotebg2
"Una Terra! Un Imperatore!"
―Motto dell'Alleanza

L'Alleanza di Daggerfall univa le province di High Rock, Orsinium e Hammerfell. La capitale, Wayrest, era una grande città portuale affacciata sulla Baia di Iliac.

L'Alleanza era dominata dai Bretoni. Grazie alla propria innata abilità diplomatica riuscirono a unire sotto un solo vessillo anche Redguard e Orsimer. La fazione era guidata dal Re dei Re Emeric.

Con la caduta della Città Imperiale, le fiorenti rotte commerciali dell'Alleanza vennero interrotte.

Priva del commercio, la regione si impoverì, e miseria e sofferenza si diffusero. Reclamando il Trono di Rubino, l'Alleanza intendeva riportare l'Impero ai suoi antichi fasti e, conseguentemente, condurre le città della Baia di Iliac in una nuova era di prosperità.

Patto di EbonheartModifica

Online ebonheart crest
Quotebg2
"Sangue per il Patto!"
―Motto del Patto

Il Patto di Ebonheart era la fazione che univa le province di Skyrim, Morrowind e Black Marsh. La capitale, Mournhold, sorgeva nell'entroterra di Morrowind.

A dominare il Patto erano i Nord. I Dunmer e, in seguito, gli Argoniani unirono le proprie forze a quelle di Skyrim per respingere la Seconda Invasione Akaviri. Il leader della fazione era il Re dei Re Jorunn. Non aveva, tuttavia, il controllo assoluto delle province, che era invece affidato a una Grande Assemblea delle diverse razze.

Avendo protetto Tamriel dalla minaccia Akaviri, i membri del Patto di Ebonheart ritenevano di meritare il ruolo di guida. Tale diritto derivava anche dalla superiorità di cui si fregiavano in virtù delle conquiste compiute durante la Prima Era.

Vedi ancheModifica

ApparizioniModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.