FANDOM



Quotebg2
"Chiamata come il primo re degli Elfi dei Boschi, Arenthia è regale nel portamento e nobile in statura. La città appare calma e dignitosa, e le sue guardie sono reputate onorevoli guerrieri e pericolosi nemici..."
―Descrizione in Arena[src]

Arenthia è una delle otto città principali della Provincia del Valenwood, e il più grande insediamento della parte occidentale della Marca del Mietitore. Arenthia è al centro di un territorio conteso, ai limiti meridionali dell'Ovest Coloviano. Più che dalla cultura Bosmer, la città è influenzata dalla storia imperiale e khajiit.

Nel giocoModifica

DescrizioneModifica

GeografiaModifica

Come detto in precedenza, Arenthia sorge su un territorio conteso. Storicamente, la città-stato appartiene all'Ovest Coloviano, che si espande in tutto il Cyrodiil Occidentale fino oltre i confini della Provincia Imperiale (come, ad esempio, Elinhir e la Valle di Arenthia). Oggi, Arenthia si trova nella parte della Marca del Mietitore appartenente a Valenwood, la regione di confine che separa gli Elfi dei boschi da Elsweyr. Non è solo un grande insediamento, ma anche una vivace città portuale, in quanto si trova alla confluenza dei fiumi Strid e Crescent, che presto si getteranno nel Mare Abeceano. Dalla parte della terraferma, invece, il territorio di Arenthia si estende attraverso la Marca del Mietitore e nel West Weald fino alla città di Skingrad, anch'essa sul fiume Strid. Essendo il Fiume Crescent considerato una linea di confine tra Valenwood ed Elsweyr, Arenthia si potrebbe considerare appartenente alla Provincia khajiit, ma a popolare la città sono gli Elfi dei boschi.

La città di Arenthia è suddivisa in quattro-cinque distretti separati. Il Distretto Principale è il centro del commercio cittadino, e ospita la piazza centrale e le sedi dei mercanti e delle gilde regionali. La strada maestra corre attraverso il distretto, diretta verso il ponte sullo Strid. Dirigendosi a Est si troverà il porto di Arenthia, che ospita vari magazzini e numerosi moli. A sud c'è il Distretto della Torre, che ospita diverse abitazioni e una torre di osservazione che funge da bastione della città. A est della torre si trova il Distretto del Tempio, sede del Tempio dei Divini. A un certo punto il tempio venne abbandonato, e oggi viene usato dai signori della droga come centro del commercio di skooma della Marca del Mietitore. Il Distretto Residenziale costituisce il nord della città. Qui si trovano numerose abitazioni e la Locanda del Pio Arenthi, la più grande taverna di questa parte del Crescent.

TradizioniModifica

  • Gli Elfi dei boschi di Arenthia celebrano la Preghiera del Vento del Sud il 15 Stella del Mattino. Si pregano gli dei perché il raccolto sia ricco, e i cittadini che non possono permettersi un garitore vengono curati gratuitamente nei templi.
  • Il Festival dei Mercanti si celebra il 10 di Luce del Cielo. E' un buon giorno per fare acquisti, giacché commercianti e zingari abbassano i prezzi delle proprie merci. L'unica associazione che non aderisce a questa festività è la Gilda dei Maghi. Questo è anche il giorno dell'Evocazione di Boethiah.
  • Il 20 Luce del Crepuscolo si festeggia il Festival dei Guerrieri. Guerrieri da ogni dove si riuniscono nelle città per dare prova della propria abilità. I prezzi delle armi vengono abbassati, e questo spinge molti bambini ad acquistare la prima spada. E' frequente, quindi, vedere schermaglie improvvisate che spesso finiscono male.
  • Nei primi giorni di primavera, i Bosmer del Patto Verde si recano nella Tana della Maggiore per celebrare una festa che dura tutto il giorno e la notte. La Maggiore è un'antica strangolatrice che generò il primo Silvenar e la prima Dama Verde. Vive nelle profondità di Verrant Morass.

StoriaModifica

Era MereticaModifica

Gli Antichi Elfi dei Boschi e l'ascesa di ArenthiaModifica

Come molte altre razze di Elfi, i Bosmer lasciarono le Isole Summerset a causa degli Elfi Alti e del loro complesso di superiorità. Gli Elfi dei boschi odierni approdarono nelle foreste di Valenwood e si divisero in numerosi clan. La potente Dinastia Camoran sarebbe venuta molto dopo. Il primo elfo dei boschi a stabilire una forte leadership nell'Antica Valenwood fu Re Arenthia, il cui regno è però assai poco conosciuto. Con il trascorrere del tempo, Re Arenthia morì, e il moderno insediamento di Arenthia prese il suo nome, a perpetua memoria del primo re. Dopo un certo periodo, però, l'insediamento venne abbandonato dai Bosmer, e coloni Coloviani e Khajiiti vi costruirono sopra la moderna Arenthia.

Prima EraModifica

Il Paradiso del Saccheggiatore; i Vinedusk e i DakarnModifica

Durante gli ultimi, decadenti anni del Secondo Impero, gli Esploratori di Confine di Forte Sphinxmoth avevano smesso di controllare la Marca del Mietitore, specialmente l'area di Dawnmead, e le pianure erano divenute territorio di grandi gruppi di banditi come la Tribù Vinedusk e il Clan Dakarn. Infine, gli Esploratori scomparvero del tutto, ed entrambe le fazioni si impossessarono della fortezza. A Sphinxmoth venne affibbiato il soprannome di Paradiso del Saccheggiatore, in virtù della sua importanza strategica nella Marca del Mietitore. Con il passare del tempo, il potere delle due fazioni crebbe esponenzialmente, tanto che divennero un serio pericolo per l'intera regione. I Vinedusk giunsero a pianificare un'incursione ad Arenthia, mentre i Dakarn si imposero come leader del crimine organizzato nella città-stato di Dune e nell'Arena di Thizzrini. Dopo un certo periodo, la gente di entrambi i lati del confine cominciò ad organizzarsi per ribellarsi alle due entità criminali, e vi riuscirono. I Vinedusk divennero i Ranger di Vinedusk, una milizia dedita alla protezione di Valenwood che rispondeva direttamente al Re, mentre i Dakarn divennero i Duneguard Outwalkers. La pace tornò così nella Marca del Mietitore.

Seconda EraModifica

Articolo principale: Arenthia (Online)

L'occupazione Coloviana e il Mane OscuroModifica

Nel 2E 582, durante l'Interregnum, la città-stato di Arenthia venne conquistata dalla Legione del West Weald, al comando del Generale Lavinia Axius. Le forze combinate della Corte di Skingrad e del Consiglio degli Anziani, infatti, diedero alla Legione il mandato di annettere forzatamente l'intera Valle di Arenthia. Il Generale Axius catturò Arenthia, quindi mosse a sud, verso l'insediamento di Vinedusk. Nel frattempo, Javad Tharn, esponente di spicco della Casata Tharn, lavorò insieme alla Legione per estendere la propria influenza sulla Marca del Mietitore. Gli abitanti di Arenthia, tuttavia, mal sopportavano gli invasori, e si ribellarono. La capoclan Kazirra istituì la Resistenza Arenthiana, che si alleò agli Occhi della Regina per sopraffare la Legione e riprendere Arenthia. Con l'aiuto di un agente del Dominio, il Generale Lavinia venne uccisa, ma il Culto Pietra di Fuoco di Javad Tharn aveva costruito un'Ancora Oscura proprio al centro del Distretto del Tempio. L'agente si infiltrò nelle catacombe e sconfisse il Mane Oscuro, una forma corrotta del Mane Akkhuz-ri. Terminata l'occupazione Coloviana, Akkhuz-ri abdicò al ruolo di Mane, lasciando la posizione ai suoi Campioni Lunari. Frattanto, Javad Tharn era fuggito da Arenthia e aveva attraversato la Marca del Mietitore. La capoclan Kazirra iniziò a governare Arenthia in nome del Primo Dominio Aldmeri.

Terza EraModifica

Articolo principale: Arenthia (Arena)

Ascesa e caduta di Camoran l'UsurpatoreModifica

Intorno al 3E 249, due fratelli della Dinastia Camoran, Haymon e Kaltos, si contendevano il trono di Falinesti. Irremovibile nelle sue intenzioni, Haymon usurpò il trono con la forza, e cominciò a progettare la conquista di Valenwood e dell'intera Tamriel occidentale. Nella città di Arenthia, Camoran l'Usurpatore ammassò una grande armata, costituita principalmente da Daedra e altre creature malvagie. Una compagnia di mercenari Redguard e Bosmer, intanto, attraversò il fiume Strid e devastò l'Ovest Coloviano e l'area della Baia di Iliac. L'avanzata dell'Usurpatore terminò con la Battaglia delle Onde di Fuoco, in cui venne sconfitto dalle forze congiunte di alcune città guidate dal Barone di Dwynnen. Eliminato il Re-Cervo, la leadership della Dinastia Camoran passò nelle mani di Kaltos.

Arenthia durante il Simulacro ImperialeModifica

Durante il Simulacro Imperiale, dal 3E 389 al 3E 399, il mago Jagar Tharn imprigionò l'Imperatore Uriel Septim VII e Talin Warhaft nelle Lande Morte di Mehrunes Dagon. Tharn aveva pianificato da mesi di usurpare il trono, e ci riuscì dopo dieci anni. Possedeva una potentissima arma, il Bastone del Caos, l'unico oggetto in grado di riportare l'Imperatore a Tamriel. Frammentò quindi l'artefatto in nove segmenti, che nascose in tutto il continente. Uno sconosciuto guerriero, che verrà ricordato come il Campione Eterno, fuggito dalle sue grinfie, riuscì a recuperare tutti i pezzi. Ricostruì il Bastone e con esso sconfisse Jagar Tharn al Palazzo Imperiale. Durante la sua missione, il Campione passò anche da Arenthia, all'epoca governata da Re Coman.

Eventi minoriModifica

  • 4E ? – All'epoca dell'Imperatore Titus Mede I, la città-stato di Arenthia era sotto il controllo del Terzo Dominio Aldmeri. Il Principe Ereditario Attrebus Mede riteneva che, con l'aiuto degli abitanti, sarebbero bastati mille uomini per conquistare la città, fornendo all'Impero un punto d'appoggio nel Valenwood.

Nel giocoModifica

In The Elder Scrolls: ArenaModifica


Quotebg2
"Chiamata come il primo re degli Elfi dei Boschi, Arenthia è regale nel portamento e nobile in statura. La città appare calma e dignitosa, e le sue guardie sono reputate onorevoli guerrieri e pericolosi nemici..."
―Descrizione in Arena[src]

Arenthia è una città del Valenwood. È uno dei vari insediamenti che il Campione Eterno può scoprire durante le missioni di The Elder Scrolls: Arena.

GeografiaModifica

Arenthia è connessa a due insediamenti: a nordest si trova la Città Imperiale, e a sudovest Thormar Keep.

In The Elder Scrolls OnlineModifica


Arenthia è un'importante città della Marca del Mietitore, nel Valenwood. Durante gli eventi di The Elder Scrolls Online, il Vestige dovrà fronteggiare una legione di invasori Coloviani e occuparsi di un'Ancora Oscura apparsa nei cieli della città.

CuriositàModifica

  • Nelle prime fasi di sviluppo, Arena era stato concepito come un gioco basato su tornei, dove ogni città aveva la propria squadra di gladiatori. La squadra di Necrom era conosciuta come Cacciatori.

ApparizioniModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.