FANDOM


Da non confondere con: Nede

Gli Atmorani erano un'antica razza di Uomini originaria del continente di Atmora, sito a nord di Skyrim. Vengono considerati i progenitori dei Nord, degli Imperiali e forse anche dei Nede, dopo che un folto gruppo di loro si stabilì nel nord di Tamriel, fondando la prima città umana conosciuta del continente, Saarthal.

StoriaModifica

Era MereticaModifica

Le prime spedizioni Atmorane a Tamriel vengono fatte risalire all'Era Meretica. Secoli dopo, mentre una guerra civile dilaniava Atmora, l'eroe-guerriero Ysgramor allestì un'immensa flotta d'invasione puntando verso Skyrim e Solstheim. La flotta di Ysgramor attraversò il Mare dei Fantasmi e toccò terra a Testa di Hsaarik, all'estremità settentrionale di Skyrim, nota come Capo Spezzato, dirigendosi quindi nell'entroterra. Ivi, gli Atmorani costruirono la leggendaria città di Saarthal, il primo insediamento conosciuto fondato dagli Uomini su Tamriel. Stabilì, inoltre, relazioni con i nativi, gli Elfi della Neve, e i due gruppi vissero in relativa pace.

A un certo punto, però, gli Elfi delle Nevi assaltarono Saarthal, trucidando l'intera popolazione Atmorana. Solo Ysgramor e i suoi figli, Yngol e Ylgar, e un Atmorano noto come Ahzidal scamparono alla strage. Ysgramor e i suoi figli fuggirono dalla città, facendo ritorno poco dopo ad Atmora.

Questo terribile evento divenne tristemente conosciuto come Notte delle Lacrime. Diverse teorie sono state proposte per spiegare l'improvviso attacco degli Elfi di Neve a Saarthal. Una di esse insinua che gli Elfi, notando la rapida crescita della popolazione Atmorana, decisero di attaccare per mantenere sotto controllo la proliferazione dei colonizzatori, così come erano stati a lungo abituati a fare con le popolazioni Nede. Un'altra teoria afferma che gli Atmorani avevano scoperto un misterioso artefatto noto come Occhio di Magnus nelle profondità di Saarthal, e gli Elfi della Neve attaccarono la città nel tentativo di impossessarsene.

Il RitornoModifica

Atmorano

Guerriero atmorano

Quando Ysgramor e i suoi figli tornarono ad Atmora, riportarono alle famiglie la storia del tradimento degli elfi e il massacro degli abitanti di Saarthal. Ciò spinse gli uomini più coraggiosi e le donne più feroci di Atmora a unirsi in una grande armata, con l'obiettivo di vendicare i propri caduti e di rivendicare definitivamente Skyrim dai Mer. Ysgramor prese il comando del gruppo d'élite di guerrieri e cacciatori, che sarebbero passati alla storia come i leggendari Cinquecento Compagni, e nel Giorno del Passaggio Finale la flotta d'invasione salpò dalla città Atmorana di Jylkurfyk alla volta di Tamriel. Poco dopo la caduta dei quattrocentomila a Skyrim, gli Atmorani oltrepassarono e riconquistarono Saarthal, e nel loro furioso assalto iniziarono a inseguire instancabilmente gli Elfi delle Neve in fuga. Tale conquista senza precedenti delle terre dei Mer rese possibile per la prima volta nella storia di Tamriel la fondazione di una grande nazione di Uomini. Venne creato così il cosiddetto Primo Impero. Questi eventi epocali, noti agli storici come "Il Ritorno", sono divenuti leggenda nella cultura nordica e successivamente imperiale, e anche dopo migliaia di anni continuano a plasmare profondamente le relazioni tra Uomini e Mer.

Colonizzazione di Skyrim e oltreModifica

Mentre gli equipaggi dei Cinquecento Compagni si separavano da Ysgramor dopo la conquista di Saarthal e la creazione del Circolo dei Capitani, gli Atmorani si espansero nella nuova terra, incrociandosi progressivamente con le popolazioni Nede cui la sconfitta degli Elfi della Neve aveva reso la libertà. Da questi incroci ebbe origine la moderna razza Nord. I coloni Atmorani che si spinsero a ovest, nelle terre di High Rock, si mescolarono agli Aldmer del luogo originando la razza Bretone. Coloro che si spinsero a sud, a Cyrodiil, vennero catturati e resi schiavi dagli Ayleid, e durante la cattività si incrociarono con gli schiavi Nede. I loro discendenti, guidati dalla regina schiava Nede Alessia, rovesceranno in seguito gli Ayleid, dando poi origine alla moderna razza Imperiale.

La maggior parte dei colonizzatori Atmorani, in quegli anni, vagava ancora per Skyrim e Solstheim, ma alcuni dei Cinquecento Compagni continuarono a razziare gli insediamenti elfici e ad inseguire gli ultimi Mer rimasti. Questo fino alla morte di Ysgramor, in seguito alla quale deposero le armi in un triste omaggio al loro leggendario precursore. Le ultime due navi atmorane gettarono l'ancora in una baia con meno della metà del loro equipaggio originario. Atmora divenne in seguto una ostile landa ghiacciata, e si ritiene che coloro che vi rimasero siano periti tutti.

SocietàModifica

La giovane società Nord è un diretto riflesso di quella atmorana. Molti dei costumi Nord discendono da Atmora, e la cultura del continente ha avuto una decisiva influenza su Tamriel. Gli Atmorani erano un popolo di navigatori, molto simili agli odierni Nord. Non avevano presumibilmente alcuna conoscenza dell'agricoltura, né sopravvivevano grazie alla caccia. Questo stile di vita portava a uno statto di guerra perenne. Quella atmorana era una società pre-alfabetizzazata, priva di un proprio sistema di scrittura. Si ritiene che fu Ysgramor a elaborare per primo un codice di rune con cui trascrivere il linguaggio Nord, basandosi sui principi di scrittura elfici e accreditandosi come il primo storico della razza umana. Il fatto che quella atmorana sia considerata una razza implica la presenza di gruppi razziali suddivisi in regioni, come il "popolo alto e muscoloso" la cui "pelle rossastra si abbinava all'alba" che abitava l'estremo oriente di Atmora.

ReligioneModifica

Articolo principale: Antico Pantheon Nord

Gli Atmorani erano noti per adorare nove avatar animali, che gli studiosi ritengono siano le rappresentazioni totemiche dei principali Et'Ada. Quando migrarono verso Skyrim e Solstheim, gli Atmorani portarono con sé il proprio sistema di credenze, che divenne parte integrante della nascente cultura Nord. Per ragioni sconosciute, gli sciamani che veneravano il Drago divennero estremamente più influenti degli altri, iniziando ad esercitare un potere pari a quello dei re. Da quel momento, per ordine dei Draghi, i Sacerdoti del Drago regnarono sugli Atmorani e sulle nascenti popolazioni Nord, stabilendo il Culto del Drago come religione dominante a Skyrim nell'Era Meretica.

Atmorani conosciutiModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.