FANDOM


Per altri usi, vedi Belladonna

La Belladonna è un ingrediente presente in The Elder Scrolls V: Skyrim. Viene utilizzata per creare pozioni ad un laboratorio alchemico.

ContestoModifica

Quotebg2
"Il nome e la forma di questa pianta sono noti a tutti; a lungo conosciuta come una delle componenti più potenti di molti veleni, il Nord medio mantiene le distanze dai luminosi fiori viola incastonati tra le foglie scure. È estremamente efficace come veleno puro, ma può anche essere combinata con altri composti per irrigidire le articolazioni. E' quindi prediletta da coloro che desiderano disabilitare i loro avversari in battaglia, e può essere trovata a ricoprire le lame di molti degli individui più sgradevoli di Skyrim."
―Agneta Falia, Guida alle erbe di Skyrim[src]

MissioniModifica

Pochi e rariModifica

Usi culturaliModifica

  • La Belladonna è un ingrediente essenziale per officiare il Sacramento Nero, un rito bandito utilizzato per contattare la Confraternita Oscura.
  • Talvolta gli assassini della Confraternita Oscura lasciano questo fiore sulle loro vittime come "biglietto da visita".
  • Indigena di Elsweyr, viene coltivata dai Khajiiti per la distillazione della Skooma.

PosizioniModifica

La Belladonna cresce in tutta Skyrim, e di solito la si trova nei pressi dei cimiteri.

PozioniModifica

Danneggia salute Danneggia rigenerazione magicka Danneggia vigore persistente Fortifica distruzione

CuriositàModifica

  • L'equivalente reale della Belladonna fiorisce sulle Solanaceae, una famiglia di piante che producono, tra le altre cose, patate, pomodori e melanzane.
  • L' atropa belladonna, comunemente chiamata "Belladonna", è un'erba che provoca delirio ed altri effetti allucinogeni.

ApparizioniModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.