FANDOM


Quotebg2
"Poche famiglie di Tamriel possono vantare un così vasto numero di antenati illustri, in grado di esercitare un simile potere sul fato di così tanti. I nostri guerrieri e i nostri re sono personaggi leggendari e dire di aver udito narrare di loro più che a sufficienza non è certo sminuire il loro onore e le loro conquiste."
Vorian Direnni[src]

Descrizione

Il Clan Direnni fu un'aristocratica famiglia di mercanti Altmer[1] e Bretoni che divenne una potente dinastia che governò High Rock per secoli. Furono i fondatori dell'Egemonia Direnni, una grande entità politica ed economica che, dall'Isola di Balfiera, estese la sua influenza a diverse nazioni.

Storia

Il Clan Direnni è originario del piccolo villaggio agricolo di Tyrigel, adagiato sulle rive del fiume Caomus (ribattezzato in seguito Diren in onore della famiglia), nelle Isole Summerset. Usando la propria conoscenza dell'alchimia, Asliel Direnni avvelenò un'intera tribù di barbari, chiamati Locvar, che taglieggiava da tempo gli abitanti di Tyrigel. Risolto questo problema esterno, per le fattorie Direnni si prospettava un futuro di prosperità. Qualche generazione dopo, la famiglia lasciò Summerset diretta alla terraferma di Tamriel, ove avrebbe aumentato esponenzialmente il proprio potere e la propria influenza.

Acropoli Direnni

L'Acropoli Direnni, sulle Isole Summerset.

La scalata al potere della famiglia nel continente si attuò, tramite manovre politiche e ambigue macchinazioni, intorno al 1E 355. Nel 1E 358, gli eserciti uniti dell'Imperatore cyrodiilico Ami-El e di Skyrim attaccarono il Clan Direnni sul terreno del Reach Occidentale, nell'High Rock. Con l'ascesa dell'Ordine Alessiano a Cyrodiil nel 1E 361, molti degli Ayleid delle terre centrali fuggirono a ovest. Questo fenomeno migratorio pare abbia rafforzato il Clan, in quanto i profughi vennero integrati nell'egemonia. Nel 1E 477, il Clan Direnni era riuscito a estendere i propri domìni all'High Rock, all'Hammerfell e ad alcune zone di Skyrim. I re dell'Ovest Coloviano si unirono a Kvatch e Skingrad per resistere all'Impero Alessiano, e poco dopo, anche Skyrim, guidata dal Re dei Re Hoag Merkiller, e Ryain Direnni di High Rock si unirono alla resistenza. Ryain mise fuorilegge la Riforma Alessiana e condannò a morte i principali ministri. Le forze Direnni cominciarono a tormentare l'Ovest Coloviano, spingendo verso le Terre Centrali.

Nel 1E 480-1E 482, Daggerfall divenne una base operativa minore per le operazioni dei Direnni e dei loro alleati, e l'incantatrice Raven Direnni fu una delle prime occupanti di Castel Daggerfall. Fu in questi frangenti che il Principe Aiden Direnni guidò le forze del Clan contro gli Alessiani nella decisiva Battaglia di Glenumbria Moors, con Raven Direnni, Re Laloriaran Dynar di Nenalata e Hoag Merkiller ad assicurare la vittoria finale.

Nonostante la vittoria nelle brughiere di Glenumbria, il Clan Direnni non riuscì a riacquistare il potere precedente. Poco a poco, i territori dell'Egemonia vennero persi in favore dell'emergente nobiltà bretone della Bretonia Maggiore, che appena due decadi dopo la sconfitta degli Alessiani aveva esteso il proprio potere sulla maggior parte della Provincia. Intorno al 1E 500, quasi tutta High Rock era libera dal giogo Direnni, cui rimase la sola Isola di Balfiera. Il Clan Direnni è l'unica famiglia regnante di razza Altmer ancora presente nelle terre degli uomini.

Mentre la maggior parte dei Direnni si stabilì sull'Isola di Balfiera, alcuni membri del Clan rimasero a Summerset, nelle antiche proprietà della Valle del Diren. A un certo punto della Prima Era, uno dei Direnni rimanenti, chiamata Lauriel, divenne molto esperta nell'arte della negromanzia, con grande sconcerto da parte della famiglia. Di fronte alla concreta possibilità di venire uccisa, Lauriel rifiutò di pentirsi, asserendo che, se fosse morta, sarebbe resuscitata. Per impedirglielo, i Direnni la seppellirono viva in un sarcofago, che poi nascosero nelle profondità dell'Acropoli Direnni, e legarono il suo spirito a due fiamme sacre accese in altrettanti bracieri. Venne scelto un Guardiano per assicurarsi che le fiamme restassero sempre accese, e il titolo si tramandò per generazioni. Tuttavia, nel tempo la popolazione Direnni su Summerset diminuì, e perse i contatti con i parenti di Balfiera. A metà della Seconda Era, l'ultimo Guardiano era morto da anni, e i bracieri si spensero. Lauriel riuscì, quindi, a manifestarsi in qualità di fantasma e iniziò ad infestare l'Acropoli, sperando di convincere qualcuno a liberarla dalla sua prigionia. Intorno al 2E 583, il Senzanima entrò nelle cripte dell'Acropoli Direnni. Lauriel provò a convincerlo a rilasciarla bruciandone i resti, mentre gli spiriti dei Guardiani defunti lo pregarono di riaccendere i bracieri. Non si conosce l'esito della vicenda.

Membri famosi

Asliel Direnni

Articolo principale: Asliel Direnni

La figura di Asliel Direnni risale alle umili origini del Clan Direnni, nel piccolo villaggio contadino di Tyrigel, sulle rive del Fiume Caomus (in seguito ribattezzato Diren in onore della famiglia). Come ogni altro abitante dell Isole Summerset dell'epoca, anch'egli era un semplice agricoltore. Ma mentre gli altri coltivavano semplicemente quanto bastava per sfamare la propria famiglia, i Direnni, anche i cugini più lontani, lavoravano insieme. Decisero di comune accordo quali campi destinare alla coltivazione del grano e quali desinare a frutteto, vitigni, allevamenti e apicoltura. In questo modo, utilizzando al meglio le proprie risorse, ottenevano raccolti molto più abbondanti di chi invece lavorava da solo[1]. Asliel scrisse anche un libro sui reagenti alchemici, e a un certo punto della sua vita entrò nell'Ordine Psijic. Lo stretto legame tra i Direnni e l'arte dell'alchimia si riflette nello stemma del clan.

Cygnus Direnni

Stemma Direnni

Sullo stendardo dei Direnni è raffigurato un alambicco.

Noto come il "Cigno di Tyrigel", Cygnus fu il membro della famiglia Direnni che scoprì l'Isola di Balfiera e la Torre Adamantina, rivendicandole per la propria casata.

Raven Direnni

Articolo principale: Raven Direnni

La strega Raven Direnni entrò nella storia per aver, insieme ai cugini Aiden e Ryain, posto fine alla tirannia del tardo Impero Alessiano. Si dice che prima degli Psijic di Artaeum ella abbia inventato l'arte dell'incantamento, imparando come intrappolare un'anima in una gemma e usarla per incantare ogni tipo di arma o indumento. Scrisse anche una serie di regole per rendere più semplice la comprensione delle sue scoperte.

Aiden Direnni

Articolo principale: Aiden Direnni

Il guerriero Aiden Direnni pose fine all'Impero Alessiano, aiutato dai meno conosciuti cugini Raven e Ryain. Combatté e uccise l'imperatore Alessiano Gorieus, genio militare e ottimo spadaccino. Condusse alla vittoria le armate Direnni alla Battaglia di Glenumbria Moors, evento che segnò l'effettiva fine del potere Alessiano[1].

Ryain Direnni

Articolo principale: Ryain Direnni

Conosciuto anche Ryan[1], Ryain era un mago da battaglia e diplomatico. Insieme ai cugini Aiden e Raven sconfisse gli eserciti dell'Ordine Alessiano. Sue molte delle strategie e delle tattiche che misero in crisi le truppe alessiane[1]. Conquistò territori spingendosi fino a Markarth ed Elinhir.

Pelladil Direnni

Articolo principale: Pelladil Direnni

Pelladil Direnni fu Mago da Battaglia Imperiale durante il governo di Versidue-Shaie, a cavallo di Seconda e Terza Era. Fu lui a spingere per l'approvazione, da parte del Potentato, della Legge delle Gilde, senza la quale oggi non esisterebbero le varie organizzazioni professionali[1]. E' conosciuto anche per la costruzione della Prigione di Blackrose.

Utheilla Direnni

Articolo principale: Utheilla Direnni

Utheilla Direnni fu la consorte dell'Imperatore Magnus I e la madre di Pelagius Septim III e Jolethe Direnni. Ebbe un ruolo importante nella sconfitta di Potema, la crudele Regina Lupo, durante la Guerra del Diamante Rosso. Combatté contro Potema in persona durante gli scontri al Palazzo di Solitude[1].

Jolethe Direnni

Articolo principale: Jolethe Direnni

Jolethe nacque all'interno della Dinastia Septim, ma sua madre era Utheilla Direnni. Decise di abbandonare i legami con la casata Septim e rimanere solamente una Direnni. In seguito venne incoronata Regina Jolethe di Solitude, e creò un potente regno nel centro di Skyrim. Da Jolethe in poi, tutti i governanti di Solitude appartennero al Clan Direnni.

Jovron Direnni

Articolo principale: Jovron Direnni

Jovron Direnni fu Mago da Battaglia Imperiale alla corte dell'Imperatrice Dunmer Katariah, e la assistette nel tentativo di portare la pace in un periodo di turbolenze. Morì combattendo eroicamente, e venne proclamato santo dal Consiglio degli Anziani e dal Culto Imperiale[1].

Medora Direnni

Articolo principale: Medora Direnni

Medora fu un'Altmer del Clan Direnni. Visse nella Torre Direnni, la nota Torre Adamantina. Fu lo stregone personale del Re di Daggerfall Lysandus. Quando, dopo la morte del sovrano, la Regina Mynisera la bandì dalla corte di Daggerfall, Medora tornò al suo regno sull'Isola di Balfiera. Le sue sfortune però non si fermarono: Nulfaga, nella sua follia, maledisse la Torre, la quale si riempì di vampiri diventando una prigione[1].

Vorian Direnni

Articolo principale: Vorian Direnni

Vorian Direnni fu un noto alchimista rinomato in tutta Tamriel. Fu lui a scrivere il famoso libro De Rerum Dirennis. Per qualche tempo fu consigliere dell'Imperatore Uriel Septim VII, fino al suo assassinio, e di Ocato di Firsthold, il Cancelliere.

Peregrine Direnni

Peregrine respinse l'invasione Redguard di Balfiera nel 1E 907, unendo la propria volontà alle onde della Baia di Iliac.

Corvus Direnni

Corvus codificò le regole dell'Evocazione e scrisse un raro libro conosciuto come Grimoire. Ideò e promulgò gli incantesimi standard del "portale", resi popolari dalla Gilda dei Maghi (il suo lavoro era basato sulla ricerca pionieristica dello stregone Ayleid noto come "Il Trasmigrante"), e teorizzò che le posizioni dei santuari su Tamriel corrispondano al modello di stelle del cielo notturno, poiché Mundus è un riflesso di Aetherius. Credeva che i santuari potessero essere usati come una rete di portali permanenti grazie alla quale si poteva viaggiare istantaneamente attraverso Tamriel.

Curiosità

I nomi di Cygnus e Corvus Direnni derivano da quelli di due costellazioni del cielo rispettivamente estivo e primaverile: il Cigno e il Corvo.

Riferimenti

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 1,5 1,6 1,7 1,8 De Rerum Dirennis
*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+