FANDOM



Quotebg2
"Un mortale! Meraviglioso. È sempre un piacere. Fai una cosa per me, mortale, e ti ricompenserò. Un buon affare, non credi? Recupererai per me una spada, una spada molto speciale. Contiene l'anima di Umbra, un eroe con il quale ho avuto a che fare in passato. Portami la spada e ti ricompenserò con la mia maschera. Non troverai un affare migliore, mortale."
―Clavicus Vile[src]
Clavicus Vile, noto anche come "Dio bambino della Stella del Mattino" o "Principe dei Patti", è il Principe Daedrico dei Desideri e della Brama di potere. Il suo piano dell'Oblivion è noto come Campi del Rimpianto.

Può essere convocato è il 1° giorno della Stella del Mattino, ma può anche essere convocato in uno dei suoi santuari dietro il pagamento di 500 monete d’oro.

DescrizioneModifica

Ha l'aspetto simile a quello di un giovane uomo dai capelli lunghi, con due lunghe corna caprine. Vile solitamente si manifesta nel Mundus per mezzo di individui che, convocandolo, desiderano ottenere qualcosa, che puntualmente il Principe Daedrico concede. Tuttavia, è noto per riprendersi i suoi doni nei momenti meno opportuni per l'evocatore. È considerato uno dei Principi Daedrici più malvagi, in quanto ama giocare con i mortali, in genere per il proprio divertimento piuttosto che per uno scopo particolare, e si dice che ne collezioni le anime. Per questa ragione, Vile è uno degli antagonisti di The Elder Scrolls Adventures: Redguard, in quanto detiene l'anima della sorella del protagonista.

Tra i Principi Daedrici è noto per scindersi in diverse parti, creando con esse oggetti o entità senzienti che mostrano più indipendenza rispetto alle creazioni della maggior parte dei Daedra. Di questi frammenti, i più famosi sono Barbas e Umbra.

Barbas Modifica

Vedi anche: Barbas

Barbas è un Daedra mutaforma che ospita una parte significativa del potere di Vile. Prende spesso la forma di un cane, ma può anche apparire come un mostriciattolo chiamato Creeper. Nonostante sia utile a Vile, il suo comportamento tende ad annoiare o ad infastidire il Principe, spingendolo ad abbandonarlo durante la Quarta Era.

Umbra Modifica

Vedi anche: Umbra

Originariamente creato come la Spada Umbra, Umbra è una parte di Vile che, per un motivo ancora ignoto, è riuscita ad ottenere la propria indipendenza all'interno della spada. Nonostante riuscì a liberarsi dalla volontà di Vile creandosi un corpo fisico, rimase comunque intrappolato nel suo regno, dal quale riuscì a fuggire dopo aver stretto un patto con il mago Dunmer Vuhon. Vuhon e Umbra si fusero quindi insieme, dando vita a un essere chiamato Umbriel, che riuscì a strappare letteralmente un pezzo del reame di Vile e a creare la città fluttuante di Umbriel. Ezhmaar Sul e il Principe Attrebus Mede riuscirono a sconfiggerlo, restituendo a Vile il potere sottrattogli.

Storia Modifica

Seconda EraModifica

Cyrus il Redguard raggiunse il reame di Vile nel 2E 864, per trattare la restituzione dell'anima della sorella Iszara, donata al Daedra dalla negromante Sload N'Gasta. Cyrus superò con grande astuzia le prove di Vile e riuscì a recuperare l'anima di Iszara.

Terza EraModifica

Nel 3E 433, Clavicus Vile assegnò all'Eroe di Kvatch il compito di recuperare la Spada Umbra, un'arma contenente l'anima di un avventuriero che aveva stretto accordi con lui nel passato. Tuttavia, Barbas, il segugio di Vile, presagì la distruzione che ciò avrebbe portato al reame del padrone, e provò a impedire all'Eroe di portare a termine la missione. Nella spada, infatti, si annidava un frammento del potere di Vile che aveva acquisito un'identità propria. Purtroppo, Barbas fallì, e appena la spada tornò nel reame, l'essere che conteneva uscì. L'entità, che si faceva chiamare Umbra, riuscì a rubare una significativa parte del potere del Daedra, prima di fuggire a nascondersi in una delle principali città del reame. Per impedire ad Umbra di scappare con il suo potere, Vile sigillò i confini del suo reame, intrappolandovi dentro tanto Umbra quanto sé stesso.

Quarta EraModifica

Copertina Infernal City

Umbriel nella copertina di An Elder Scrolls Novel: The Infernal City

Qualche tempo prima del 4E 40, Umbra, grazie alla voragine aperta dall'Ingenium creato dai Dunmer Vuhon e Ezhmaar Sul, rubò una parte del potere di Vile e strinse un accordo con Vuhon per creare Umbriel, una città fluttuante su un frammento del suo regno. Sul e il principe Attrebus Mede recuperarono la spada Umbra per sconfiggere Vuhon e salvare Tamriel dalla minaccia di Umbriel. Dopo essere riusciti a raggiungere il regno di Vile, Barbas li condusse quindi al suo cospetto, rivelando che il Principe Daedrico aveva difeso Sul in modo che potesse ottenere la spada. Sul e Attrebus fecero quindi un patto con Vile, offrendosi di fermare Umbriel e restituirla al suo regno.

Attrebus e Sul riuscirono infine ad entrare ad Umbriel, ma quando Attrebus brandì Umbra per distruggere l'Ingenium, Vile prese possesso del suo corpo. Sul pregò Vile di lasciare andare Attrebus, ma il Daedra chiese in cambio un sacrificio, trafiggendolo con Umbra. Con il suo ultimo respiro, Sul afferrò l'impugnatura di Umbra e con le sue ultime forze usò l'impugnatura per colpire Attrebus alla mascella, facendogli cadere la spada di mano e espellendo Vile dal suo corpo.

Barbas fu allontanato da Clavicus Vile nel 4E 201, e cercò il Sangue di Drago in modo che potessero tornare insieme. I due viaggiarono fino alla Vergogna di Haemar, una caverna occupata da dei fedeli di Vile tormentati dal vampirismo. Dopo che il Sangue di Drago ebbe eliminato i vampiri, Vile gli chiese di recuperare l'Ascia Mesta, offrendogliela subito dopo in cambio dell'uccisione di Barbas. Indipendentemente dalla decisione presa, Barbas tornerà comunque a far parte di Clavicus Vile.

ArtefattiModifica

Skyrim-Masque-of-Clavicus-Vile-1-

La Maschera di Clavicus Vile come appare in TES V

Per via della sua attitudine di offrire doni ai mortali, Vile ha un gran numero di artefatti Daedrici associati a lui. Questi sono elencati di seguito.

Maschera di Clavicus Vile Modifica

Artefatto tipico di Vile, che può essere ottenuto completando le queste daedriche a lui associate. La maschera aumenta il livello di Persuasione del portatore, e in The Elder Scrolls V: Skyrim migliora anche i prezzi dei commercianti del 20% e aumenta la rigenerazione della Magicka del 5%.

Ascia Mesta Modifica

L'Ascia Mesta è un'ascia da guerra unica che il Sangue di Drago può ottenere in The Elder Scrolls V: Skyrim, una volta completata la missione daedrica: "Il migliore amico di un Daedra" uccidendo Barbas (in caso contrario, si riceverà la maschera). È un'arma potente che infligge un danno base di 22 e 20 punti di danno al vigore.

Coppa Amara Modifica

La Coppa amara è un artefatto di Clavicus Vile che si può ottenere in The Elder Scrolls III: Morrowind completando l'omonima missione. Una volta utilizzata, aumenterà l’attributo più alto del giocatore di venti punti, riducendo, per contro, il più basso della stessa quantità.

Feyfolken Modifica

Artefatto citato negli omonimi libri scritti da Waughin Jarth, che racconta la storia di una penna incantata, Feyfolken, che Clavicus Vile donò ad uno scriba. L’oggetto gli avrebbe portato grandi vantaggi a patto che non se ne fosse mai allontanato. Quando questo successe, Vile si riprese la penna e, con l’occasione, anche l’anima dello scriba. 

Spada Umbra Modifica

La spada Umbra fu creata da Naenra Waerr per intrappolare le anime su richiesta di Clavicus Vile. Come parte del processo di creazione, Vile ha posto in essa parte della sua essenza, che nel corso del tempo divenne un essere senziente con una propria volontà, che si fece chiamare Umbra. Il Nerevarine può riportare la spada a Vile, ricevendo come ricompensa la sua maschera, o tenere la spada per se, che ha la capacità di intrappolare l'anima di un nemico se questo viene ucciso entro 120 secondi dalla prima stoccata.

CuriositàModifica

  • Clavicus Vile è probabilmente basato su Mefistofele, diavolo antagonista del poema tedesco Faust, poiché entrambi esaudiscono i desideri dei mortali, distorcendoli in modo da renderli pericolosi o controproducenti.
  • In The Elder Scrolls V: Skyrim, Clavicus Vile è doppiato da Stephen Russell, che presta la sua voce anche a Mercer Frey e ad altri personaggi.

Galleria Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.