FANDOM



Quotebg2
"I racconti tradizionali di Daenia sono pieni di storie di persone umili che intraprendono missioni per guadagnare il rispetto dei loro superiori. Sospetto che il famoso spirito indipendente dei Daeniani sia un'estensione di questa tendenza verso l'alto."
―Aldous Brousseau[src]

Daenia è un ducato incassato tra la Baia di Iliac e la regione di Glenumbria, nella Provincia di High Rock. Nel suo territorio sorgono tanto la città omonima quanto quella di Daggerfall. Daenia è nota per essere la terra della Sorellanza di Beldama, un gruppo di streghe Bretoni che sorvegliano le foreste ed adorano gli Ehlnofey conosciuti come Guardiani Elementali.

Nel giocoModifica

DescrizioneModifica

GeografiaModifica

Dal punto di vista geografico, Daenia costituisce la parte più occidentale della Provincia di High Rock e della regione di Glenumbria. Politicamente, il Ducato di Daenia è nella porzione centro-settentrionale della Baia di Iliac, chiusa fra un discreto numero di nazioni, incluso il Feudo di Anticlere a sud, il Feudo di Ykalon a nord e il Baronato dei Colli Ilessanti a ovest. Le terre di Daenia sono circondate da un mare di foreste, parte dell'immensa selva che copre gran parte della Baia di Iliac appartenente a High Rock. Nelle profondità della foresta di Daenia sorge l'Albero della Sorellanza di Beldama, uno dei più grandi alberi di Tamriel. E' la sede della Sorellanza di Beldama, un gruppo di streghe che sorvegli la selva e le creature che ci vivono. La maggior parte della foresta interna è disabitata, e punteggiata da antiche rovine avvolte nella vegetazione e da baracche diroccate in mezzo alle radure. La città-stato di Daggerfall è sita nella zona ovest della foresta, affacciata sul Mare delle Perle a occidente e sulla Baia di Iliac a meridione. La capitale del Ducato è la città-stato di Daenia, la quale sorge nella zona centro-settentrionale della regione. Il resto del Ducato è affollato di insediamenti minori che rendono omaggio alla città di Daenia, come Graybrone Court e Westtry. A seguito della Curvatura Occidentale, l'intero Ducato è stato assorbito dal Regno di Daggerfall.

StoriaModifica

Seconda EraModifica

Articolo principale: Daenia (Online)

Culto dell'Aculeo di Sangue e assassinii a DaggerfallModifica

Nel 2E 582, durante l'Interregnum, la città-stato di Daggerfall era governata da Re Casimir Deleyn, i cui possedimenti erano parte integrante dell'Alleanza di Daggerfall. Una serie di omicidi avvennero nelle strade di Daggerfall, instillando il terrore nei cittadini. Mentre il Capitano Aresin della Guardia Cittadina iniziava le investigazioni, un misterioso viaggiatore cominciò a raccoglier informazioni individualmente, incontrando infine il Capitano Aresin nei pressi della sede locale della Gilda dei Maghi. Venne rivelato che il Culto dell'Aculeo di Sangue, un gruppo di nativi del Reach,aveva fatto la propria comparsa a Daggerfall. Ulteriori investigazioni portarono il viaggiatore a Martine Lerineaux, un nobile di Daggerfall implicato con il Culto. I nativi avevano pianificato di assassinare Re Casimir e iniziare la propria invasione di Glenumbria. L'assassino assoldato dal Culto, Verrik, guidò un assalto a Castel Daggerfall con l'obiettivo di uccidere il sovrano, ma venne abbattuto dal viaggiatore. Ciò svelò il piano del Culto contro Glenumbria. Anche la Sorellanza di Beldama si vide presto coinvolta.

La Sorellanza di Beldama e la Corruzione dell'AlberoModifica

Il Culto aveva iniziato i propri sabotaggi a Daenia, provocando agitazioni nella comunità agricola di Deleyn's Mill. Con l'aiuto di Helene, un'appartenente alla Sorellanza, venne scoperto che la magia del Reach aveva corrotto la foresta e ammutolito i Guardiani Elementali. Le Beldama dovettero quindi iniziare una purificazione della Valle dei Guardiani. I Guardiani erano incatenati, impossibilitati a parlare con le Beldama e a ripulire la selva. Il viaggiatore venne indirizzato verso l'Albero della Sorellanza di Beldama, in una valle nel nord di Daenia. Qui scoprì che un male si era diffuso nell'albero, corrompendolo dall'interno e emanando la magia del Reach in tutta la regione. Le Beldama combatterono il Culto dell'Aculeo di Sangue ed eliminarono la corruzione dagli elementi. Il viaggiatore sconfisse la Corruzione dell'Albero e purificò la foresta dalla magia malvagia. Nel mentre, un'armata di licantropi, al comando di Faolchu il Rinato, aveva invaso la città-stato di Camlorn, nella regione dei Colli Cambray. Il Duca Nathaniel di Camlorn venne mandato ad Aldcroft insieme ad altri profughi, e qui si diresse anche il viaggiatore.

Terza EraModifica

Articolo principale: Daenia (Daggerfall)

La storia di Darius Shano; l'Importanza della FolliaModifica

Darius Shano fu un noto scrittore che visse nel Ducato di Daenia e che divenne vittima inconsapevole di una scommessa tra i Principi Daedrici Vaermina e Sheogorath, che consisteva nel fare a gara a chi l'avrebbe reso più inviso alla società. Vaermina instillò visioni da incubo in Darius per diversi anni, da quando ne aveva diciannove fino a quando compì i ventinove. Durante questo lasso di tempo, Shano trascrisse i propri incubi, il che generò reazioni discordanti, sia affascinate che disgustate. Quando fu la volta di Sheogorath, tali incubi cessarono. L'attenzione che riscuoteva iniziava a scemare, così come i suoi effetti provocatori, quindi decise di alzare il proprio livello deridendo e infangando il nome dei Nove Divini. Quando pubblicò l'ultimo libro, incentrato su Talos e intitolato "Il più nobile pazzo", il Re di Daenia ne fu così offeso che ordinò la sua esecuzione, di fronte a una folla di gente festante. Vaermina perse quindi la scommessa, giacché "senza follia, non ci sono né sogni né creazione". Tale lezione non venne dimenticata dal Daedra.

Il Ducato di Daenia durante la Curvatura OccidentaleModifica

Nel corso della Curvatura Occidentale del 3E 417, il Ducato di daenia era sotto il dominio di un'ignota Duchessa, il cui nome si è perso tra le pieghe della storia. Daenia era una delle quarantaquattro entità nazionali della Baia di Iliac, un ducato senza sbocco sul mare non lontano dal Regno di Daggerfall, uno dei tre più potenti della Baia. Più tardi, nello stesso anno avvenne la Curvatura Occidentale, a seguito della quale i grandi regni si espansero notevolmente fino a inglobare tutte le nazioni minori. Il Feudo di Alcaire venne annesso al Regno di Daggerfall insieme a diverse altre nazioni della costa occidentale dell'Iliac. A causa della sua posizione, il Ducato di Daenia fu teatro di numerose battaglie tra Daggerfall e Wayrest, fino a quando un gigantesco incendio boschivo si propagò da Daenia a Phrygias. Alla fine, Daggerfall prevalse e occupò Daenia.

Nel giocoModifica

In The Elder Scrolls II: DaggerfallModifica


Il Ducato di Daenia è una regione della Provincia di High Rock localizzata sulla costa della Baia di Iliac. Confina con Ykalon a nord, Urvaius a est, Anticlere a sud, Shalgora a sudovest e con i Colli Ilessani a ovest. La capitale regionale è l'omonima città di Daenia, la famiglia vampirica dominante è il Clan Thrafey e la divinità patrona è Julianos. Nel territorio di Daenia è presente la Congrega di Beldama. Durante il Miracolo della Pace, Daenia fu teatro di uno spaventoso incendio boschivo.

FazioniModifica

CittàModifica

In The Elder Scrolls OnlineModifica


In The Elder Scrolls Online, Daenia è una sotto-regione di Glenumbria, High Rock. La città di Daggerfall sorge al limite occidentale di Glenumbria.

Il Dolmen di Daenia è un'ancora oscura che fluttua nei cieli di Glenumbria.

ApparizioniModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.