FANDOM




Quotebg2
"C'è un Impero che deve essere costruito, lo sai, e Tiber Septim non mostra segno di voler rallentare la sua avanzata da qui fino ai limiti della mappa del mondo."
Tobias[src]

Descrizione

Le Guerre di Tiber, chiamate anche Conquiste Talosiane, furono una serie di conflitti che ebbero luogo durante tutta la seconda metà dell'ultimo secolo della Seconda Era (a partire dal 2E 854 o 2E 855), cominciati dal signore della guerra Coloviano Cuhlecain e proseguiti dal suo generale Tiber Septim. I risultati finali delle guerre furono molteplici: il caotico periodo dell'Interregum si concluse con la fondazione del Terzo Impero, guidato da Tiber Septim; la Seconda Era terminò e venne proclamato l'inizio della Terza; Tamriel si ritrovò unita sotto un unico vessillo per la prima e unica volta nella sua storia.

Antefatti

L'idea di condurre una campagna per conquistare il continente venne a Tiber Septim quando i Barbagrigia gli predissero che sarebbe divenuto Imperatore di Tamriel. Dopo la morte di Cuhlecain, Tiber Septim assunse il suo ruolo, e cominciò la conquista di Tamriel nell'anno 854/855 della Seconda Era. Tiber Septim si rese presto conto che l'amministrazione anche della sola Cyrodiil unita era un compito lungo e impegnativo, e fu per questo che il Re Sepolto ebbe un ruolo centrale nelle conquiste Imperiali di Skyrim e High Rock.

Campagne

Regni degli uomini

Quotebg2
"Le coste di Tamriel, a nordovest della nostra desertica patria. Il potente Tiber fa l'offerta giusta per diventare Capoclan di tutte."
J'ffer[src]

Skyrim e High Rock

Le Guerre di Tiber cominciarono quando Cuhlecain, Re di Falkreath, sostenuto dal Cavaliere Renald, membro di un ordine cavalleresco discendente dalle antiche guardie del corpo dei Reman, decise di iniziare una campagna militare per unificare gli Stati Coloviani. Per mantenere al sicuro i propri confini settentrionali, Cuhlecain si alleò con Skyrim contro le forze del Reach Occidentale. A guidare le sue armate era un giovane generale chiamato Hjalti Barba Precoce, che diverrà in futuro noto come Talos.

Tiber Septim stampa

Raffigurazione di Tiber Septim su un pamphlet propagandistico dell'epoca.

Dopo la vittoriosa pacificazione di Hroldan Vecchia, i nobili Nord e Bretoni, temendo l'ambizioso re Coloviano e il suo imbattibile generale, formarono un'alleanza e invasero il Cyrodiil settentrionale. La clamorosa vittoria di Hjalti a Sancre Tor fu il punto di svolta del conflitto, poiché indusse i generali Nord, ora sospettosi nei confronti degli alleati Bretoni, a confluire nelle armate Cyrodiiliche. Questa tendenza a disertare per unirsi alle truppe del generale Hjalti continuò per i seguenti dieci anni, a Skyrim, in particolare fra i giovani. Rispetto alla conquista dell'Hammerfell, Skyrim venne sottomessa senza eccessivo spargimento di sangue.

Cuhlecain, così, ebbe finalmente la possibilità di concentrarsi sugli affari interni, e riuscì a unificare gli Stati Coloviani in meno di un anno. In poco tempo, anche il resto di Cyrodiil venne sottomesso, e la stessa Città Imperiale venne catturata nel 2E 854. Proprio mentre stava per incoronarsi Imperatore di Tutta Cyrodiil, Cuhlecain venne assassinato in circostanze che generano ancora controversie. Il generale Talos prese, quindi, il suo posto, e venne incoronato Imperatore Tiber Septim, primo membro della neonata Dinastia Septim, dal Mago da Battaglia Imperiale Zurin Arctus. Per i successivi dieci anni combatté contro le nazioni confinanti per annetterle al nuovo Impero, ma non scese mai più sul campo di battaglia, concentrandosi invece sull'amministrazione dei territori conquistati. I feudi di Skyrim e i piccoli regni dell'High Rock furono i primi a cadere.

Hammerfell

Articolo principale: Guerra Civile dell'Hammerfell

Quotebg2
"Mentre l'Impero di Tiber Septim si estendeva attraverso i regni di Tamriel in una gloriosa sete di conquista, a Septim si oppongono da ogni lato, ma mai più ferocemente che nell'Hammerfell, la casa ancestrale dei Redguard."
The Elder Scrolls Adventures: Redguard

L'Hammerfell fu l'ultimo dei regni degli uomini a venire conquistato dall'Impero. Nel 2E 854, il Re dei Re dell'Hammerfell, Thassad II, leader delle Corone, firmò una tregua con il capo degli Antenati, il Barone Volag, in risposta alle crescenti tensioni fra la Provincia e l'Impero. Il trattato doveva servire a rafforzare le difese dell'Hammerfell e unirne le armate, in modo da impedire la conquista da parte di Tiber Septim. Con il passare del tempo, le relazioni fra Corone e Antenati peggiorarono, e con la morte di Thassad II l'Hammerfell precipitò in una feroce guerra civile.

Tiber Septim (Redguard)

Tiber Septim e l'Ammiraglio Amiel Richton.

La guerra civile venne combattuta tra le due maggiori fazioni politiche dell'Hammerfell: le Corone, guidate dal figlio di Thassad, A'Tor, e gli Antenati, al comando del Barone Volag, sovrano di Sentinel. Allorquando la guerra stava per essere vinta dalle Corone, gli Antenati, disperati, strinsero un patto con Tiber Septim, permettendo alle sue armate di attraversare l'Hammerfell, sconfiggere le Corone e dichiarare la Provincia parte dell'Impero. Gli Imperiali conquistarono facilmente l'Hammerfell, cominciando a trattare la Provincia come loro proprietà, causando la scomparsa di Volag da Sentinel.

La fatidica Battaglia della Baia di Hunding, combattuta nelle acque di Stros M'Kai, fu l'unico evento nel quale le Corone misero a dura prova la potenza dell'Impero, obbligando il Comandante della Nuova Flotta dell'Ovest, Amiel Richton, a mandare Nafalilargus a distruggere le forze avversarie, causando la morte del Principe A'Tor. Quando, dopo la vittoria Imperiale, Richton divenne governatore provvisorio di Stros M'Kai, la divinità Redguard HoonDing giunse sull'isola nella forma del mercenario Cyrus e della Spada dell'Anima, un artefatto infuso della forza vitale di A'Tor. Sotto la guida di Cyrus e di Basil, leader della Lega Irrequieta, a Stros M'Kai scoppiò una rivolta, che rovesciò il governo di Richton. Un'altra ribellione scoppiò a Sentinel, guidata dalle forze del Barone Volag. Gli eventi convinsero Tiber Septim a venire nell'Hammerfell a negoziare una pace con il leader dei ribelli dell'isola, Iszara, e con il Barone Volag. Ne risultò la firma del Trattato di Stros M'Kai.

Province orientali

Black Marsh

Non si sa di preciso quando iniziò l'invasione di Black Marsh, ma è noto che ci furono combattimenti fra la Legione Imperiale e le forze Argoniane nel 2E 861; è attestato, inoltre, che Black Marsh cadde prima dell'Hammerfell, anche se alcune fonti affermano il contrario. È possibile che l'Hammerfell non sia stato ritenuto completamente sottomesso a causa delle ribellioni che continuarono a infiammare la Provincia. Si dice che lo stesso Tiber Septim rifletté a lungo prima di affrontare Black Marsh. Le regioni di confine vennero conquistate facilmente, ma l'imperatore decise saggiamente di non avventurarsi nelle paludi interne, peraltro prive di importanza strategica, incontrando quindi poca resistenza. Anche dopo la conquista della Provincia, le paludi interne rimasero in mano agli Argoniani, mentre gli Imperiali controllavano le coste e le zone di confine. In seguito, con la firma di un trattato, Black Marsh entrò a far parte dell'Impero.

Morrowind

Morrowind divenne una Provincia Imperiale dopo la caduta dell'Hammerfell. Inizialmente, il Tempio e le Grandi Casate Redoran, Dres e Indoril erano intenzionati a combattere fino alla morte, i Telvanni rimasero neutrali e la Casata Hlaalu cercò una soluzione diplomatica. Ebbero luogo diverse battaglie fra la Legione Imperiale e gli eserciti di Morrowind, una delle quali portò alla distruzione di Mournhold, oggi chiamata Almalexia. La situazione cambiò quando Vivec annunciò di aver negoziato un trattato con l'Imperatore: Morrowind sarebbe stata annessa all'Impero, ma i Dunmer avrebbero potuto mantenere la maggior parte delle proprie tradizioni. Il Tempio salutò l'annuncio con un silenzio imbarazzante, gli Indoril e i Dres dichiararono che avrebbero continuato a combattere e i Redoran colsero volentieri l'opportunità di non dover continuare la guerra da soli. Cambiarono, quindi, schieramento, e appoggiarono la richiesta di accomodamento formulata dalla Casata Hlaalu. Vista la situazione, anche i Telvanni si unirono. Nonostante ciò, il Lord Alto Consigliere di Morrowind, un Indoril, respinse la proposta di Armistizio, rifiutando di arrendersi. Poco tempo dopo, venne assassinato e rimpiazzato da un elemento filoimperiale della Casata Hlaalu.

Secondo Dominio Aldmeri

Valenwood e le Isole Summerset

Numidium Progetto

I progetti del titano Numidium.

Nel corso della fondazione del Terzo Impero, i Thalmor aumentarono la propria presa su Valenwood. Tribù di Bosmer selvaggi si scontrarono con le forze degli Stati Coloviani lungo il Fiume Strid. Tuttavia, quando l'Impero iniziò a solidificarsi, le schermaglie cessarono. Entrambi gli schieramenti attesero lungo il confine di Valenwood che scoppiasse la battaglia decisiva. Quando il Dominio provò a saggiare le difese Imperiali, la Legione rispose con terribile efficacia. I Coloviani iniziarono a chiamare il regno nemico Vecchia Mary, schernendo gli assalti quasi "femminili" dei soldati elfici. La situazione sul mare, tuttavia, era ben diversa, poiché le forze di Summerset terrorizzavano le acque meridionali di Tamriel dal Capo della Divisione Blu alla Baia di Topal. Per sottomettere il Dominio Aldmeri, Tiber Septim dovrà in seguito usare il Numidium.

Elsweyr

Non si sa quale fosse di preciso la situazione di Elsweyr durante le Guerre di Tiber, anche se è noto che avesse alcuni accordi con il Dominio Aldmeri. E' noto anche che la Terza Legione saccheggiò Senchal, una città nel profondo sud di Elsweyr, quando gli abitanti rifiutarono di arrendersi. Le attività di contrabbando che, all'epoca, fiorivano tra Elsweyr e l'Impero, cessarono quasi completamente quando le legioni strinsero la propria morsa sulla Provincia.

Eventi principali

Principali battaglie

  • Battaglia di Hroldan Vecchia, 2E 852. Le truppe Coloviane del generale di Cuhlecain Hjalti Barba Precoce, unite a reparti di berserker Nord, sfondano le linee degli uomini del Reach, che sono costretti ad asserragliarsi nel forte di Hroldan Vecchia. Il giorno seguente, Hjalti si avvicina alle porte della città assediata, protetto dai venti di una tempesta che segue il suo cammino. I resoconti narrano di come sia stata usata l'antica arte Nord del Thu'um per abbattere con un potente urlo i muri della fortezza. Cadute le difese, il generale si impossessa facilmente della piazzaforte. In omaggio alle sue gesta, le truppe Nord iniziano a chiamarlo Talos, ossia Corona Tempestosa.
  • Sacco di Sancre Tor, 2E 852. Mentre la sua armata tiene occupata la maggior parte dei difensori, Talos si fa strada nella fortezza di Sancre Tor, cattura i capi Nord e Bretoni e gli costringe alla resa. A Santa Osla di Chorrol venne eretta una statua per ricordare le eroiche azioni di cui si rese protagonista, curando sul campo di battaglia i guerrieri feriti. In seguito, Sancre Tor venne abbandonata, e Talos recuperò l'Amuleto dei Re.
  • Battaglia dei Cinque Ponti. Dopo i successi iniziali dei suoi nemici, Tiber Septim conduce alla vittoria la sua riserva, attaccando quando gli avversari pensavano di avere ormai vinto. Magistralmente consigliato dal suo Mago da Battaglia Zurin Arctus, Tiber Septim indusse i nemici ad abbassare la guardia, certi della vittoria, quindi li attaccò di sorpresa, mettendoli in rotta nonostante la superiorità numerica.
  • Presa della Città Imperiale, 2E 854. Dopo il logorante assedio della Città Imperiale, i maghi da battaglia delle Terre Centrali Orientali devono arrendersi alle armate di Cuhlecain. Prima che potesse incoronarsi Imperatore, Cuhlecain viene assassinato, e Talos sale sul trono al suo posto.
  • Ribellione della Falena, 2E 857. A sedare una rivolta nella Città Imperiale viene inviata da Anvil la Terza Legione, costituita principalmente da giovani contadini Coloviani appena reclutati. Assediata nelle caserme di Hesod dai cultisti della Falena Ancestrale, la Legione si guadagna il soprannome "La Fedele". Conclusa la ribellione, Tiber Septim entra trionfalmente in città per la seconda volta.
  • Battaglia del Bjoulsae. Un attacco a sorpresa sferrato all'alba consente a uno squadrone Imperiale guidato dal comandante Amiel Richton di annientare le forze navali del Regno di Wayrest.
  • Sacco di Senchal. Dopo il rifiuto di arrendersi da parte dei Khajiiti assediati, il Generale Pottreid ordina alla Terza Legione di attaccare e distruggere Senchal. A causa delle pesanti perdite civili, fra cui molti bambini, la battaglia venne omessa dai registri storici ufficiali dell'Impero.
  • Battaglia delle Rocce Nere, 2E 863. Nel luogo chiamato Rocce Nere, vicino a Chorrol, le forze del Dominio attaccano di sorpresa la Terza Legione e la distruggono quasi completamente. I superstiti andranno a costituire il cuore della futura Legione Rubino, di stanza nella Valle del Nibenay.
  • Battaglia di Stros M'Kai, 2E 864. Chiamata anche Battaglia della Baia di Hunding dagli Imperiali. Fuggendo dalla capitale Sentinel, il Principe A'Tor raduna le rimanenti forze Redguard delle Corone e si prepara allo scontro finale. Le flotte si affrontano nelle acque della Baia di Hunding, vicino all'isola di Stros M'Kai. A guidare la Nuova Flotta dell'Ovest c'è il Lord Ammiraglio Amiel Richton, che reca con sé il grande drago Nafaalilargus.
    History redguard center

    La Battaglia di Stros M'Kai.

    Il punto di svolta della battaglia è la morte del Principe A'Tor a causa di una freccia avvelenata scagliata da Dram, un assassino Dunmer. L'arcimago Voa prova a salvare il Principe, ma a causa della potenza del veleno è costretto a chiudere l'anima del sovrano in una gemma, e a porre il suo corpo in una stasi indotta magicamente prima che il drago possa incenerirlo. Dopo la sconfitta, i membri rimanenti delle Corone fuggono a Stros M'Kai, nascondendosi nella Città Vecchia. Vengono, però, uccisi tutti quando il drago rade al suolo il quartiere. Alcuni dei sopravvissuti si rifugiano nel tempio di Arkay. I sacerdoti danno loro asilo, nascondendo il corpo del Principe e curando i feriti, ma vengono costretti ad arrendersi dagli Imperiali. Alla fine della battaglia, tutte le forze Redguard, eccettuati gli alleati della Lega Irrequieta, risultano distrutte o sottomesse. Grazie ai suoi meriti militari, Richton viene proclamato Governatore Provvisorio di Stros M'Kai. Il suo regno di terrore durerà tre mesi.
  • Rivolta di Stros M'Kai, 2E 864. Guidata dai fratelli Cyrus e Iszara, la Lega Irrequieta esce allo scoperto e irrompe nel Palazzo. Cyrus stesso insegue il Governatore Provvisorio e l'Emissario Imperiale Dram mentre scappano a bordo di un dirigibile Dwemer. La spada di Cyrus, incantata con l'anima del Principe A'Tor, li uccide entrambi. Questo atto viene considerato la terza incarnazione dell'HoonDing.
  • Ribellione di Sentinel, 2E 864. Appreso della rivolta delle Corone a Stros M'Kai, il Barone Volag, leader degli Antenati, solleva la popolazione e strappa Sentinel al Governatore Provvisorio Senecus Goddkey. Queste due ribellioni porteranno alla firma del Primo Trattato di Stros M'Kai.
  • Sacco di Mournhold. Una delle poche battaglie che ebbero luogo nel periodo tra l'invasione di Morrowind da parte delle legioni Imperiali e la firma del Trattato dell'Armistizio. La città venne rasa al suolo e l'intera famiglia reale rimase uccisa, eccetto l'erede al trono Barenziah, all'epoca una bambina di cinque anni.
  • Resa di Alinor, 2E 896. Uno dei termini del Trattato dell'Armistizio prevedeva la consegna all'Impero, da parte del Tribunale, del colosso Numidium. La Torre di Ottone attacca Alinor, capitale delle Isole Summerset, e la conquista in meno di un'ora. La caduta di Alinor segna la fine delle Guerre di Tiber. Tamriel è ora unita, e viene proclamato l'inizio della Terza Era.

Trattati di pace

  • Tregua degli Antenati. Dopo che le forze delle Corone si furono raggruppate a Stros M'Kai e furono vicine a riprendere il controllo si Sentinel, gli Antenati, temendo di perdere la guerra civile, invocarono l'aiuto di Tiber Septim. L'Impero inviò così le sue legioni a sostegno degli Antenati in cambio di alcuni titoli nobiliari dei confini meridionali dell'Hammerfell. Dopo la disfatta delle Corone e la scomparsa del Barone Volag, leader degli Antenati, creduto morto, il trattato venne rivisto: vennero stabilite, infatti, guarnigioni imperiali in tutto l'Hammerfell "fino al momento in cui il governo nativo riterrà opportuno reintegrarsi in sicurezza sul legittimo trono".
  • Primo Trattato di Stros M'Kai, 2E 864. A seguito della sollevazione di Stros M'Kai e della rivolta di Sentinel, che videro nuovamente unite le forze Redguard, l'Impero fu obbligato a siglare un trattato con i ribelli, che legittimava di diritto il suo dominio. Venne firmato da Tiber Septim, da Iszara e dal Barone Volag, in rappresentanza, rispettivamente, dell'Impero, delle Corone e degli Antenati. Sebbene lo status di Provincia dell'Hammerfell rimase, un commento di circa due secoli dopo asserì che i Redguard si sentivano "parte dell'Impero, ma non sottomessi".
  • Armistizio. Dopo che gli Imperiali ebbero ammassato le proprie forze ai confini occidentali di Morrowind e si furono combattute piccole battaglie con le truppe Dunmer del Tribunale, Lord Vivec dichiarò spontaneamente di voler intavolare trattative diplomatiche con l'Impero Septim. Dal punto di vista culturale, i termini dell'Armistizio favorirono Morrowind, in quanto concessero ai Dunmer di mantenere sia la propria religione sia l'antico diritto di possedere e commerciare schiavi. Strategicamente, invece, l'Armistizio fu favorevole all'Impero, poiché aprì le porte delle ricche miniere d'ebano della Provincia e comportò la consegna del titano nanico Numidium.

Elenco dei sottoposti di Tiber Septim

Lore-people-Titus Alorius

Titus Alorius, Governatore Provvisorio del Reach Occidentale.

Breve lista dei più importanti ufficiali e collaboratori di Tiber Septim durante le Guerre di Tiber:
  • Mago da Battaglia Imperiale Zurin Arctus — Il più influente fra i sottoposti di Tiber Septim, responsabile degli studi sul Numidium e del potenziamento del titano con la Mantella. Morì appena prima dell'invasione delle Isole Summerset, tradito dall'Imperatore o ucciso mentre aiutava quest'ultimo a sottomettere il Re Sepolto.
  • Lord Ammiraglio Amiel Richton — Ufficiale di marina, iniziò la propria carriera come capitano sotto Cuhlecain. Durante le Guerre di Tiber salì di rango abbastanza velocemente, fino a comandare la Nuova Flotta dell'Ovest contro le forze dell'Hammerfell e conquistando una schiacciante vittoria nella Battaglia della Baia di Hunding. Promosso Governatore Provvisorio di Stros M'Kai, venne ucciso tre mesi dopo nel corso di un'insurrezione.
  • Generale Symmachus — Uno dei pochi ufficiali di alto rango di razza elfica, partecipò all'invasione della natia Morrowind. Ottenne il rango di generale dopo il Sacco di Mournhold, durante il quale regolò questioni personali con la famiglia regnante. Visse fino a vedere la conclusione delle Guerre di Tiber, diventando Primo Ministro di Morrowind e re consorte di Barenziah.
  • Generale Pottreid — Comandante della Terza Legione. Secondo la testimonianza di uno dei suoi sottoposti, venne schierato con i suoi legionari in tutta Tamriel. Non si sa se sia caduto anch'egli durante la disfatta delle Rocce Nere.
  • Ammiraglio Vasi Hadrach — Noto solo per essere stato il predecessore di Richton, venne assassinato in un bordello di Daggerfall da un ribelle del Reach.
  • Governatore Provvisorio Senecus Goddkey — Designato Governatore Provvisorio di Sentinel dopo la scomparsa del Barone Volag. Venne cacciato dalla città proprio da quest'ultimo appena due mesi dopo la nomina, durante una rivolta.
  • Governatore Provvisorio Titus Alorius — Nominato Governatore Provvisorio del Reach Occidentale, una regione che l'Impero non riuscì mai a pacificare completamente.
  • Comandante Beatia di Ylliolos — Ufficiale di una legione di stanza a Porhnak. Conosciuta per la brillantezza tattica che le permise di sopravvivere a un'imboscata dei Nord nel 2E 855.
  • Nafaalilargus — "Prode soldato" e "leale vassallo" di Tiber Septim, era in effetti solo un mercenario ben pagato. Essendo un drago, era un simbolo vivente dell'Impero in rapida espansione.
  • Conte Sven Advensen — Conosciuto solo come ufficiale Nord in pensione. Riuscì a vedere la fine delle Guerre di Tiber, e come ricompensa per la sua lealtà ottenne il titolo di Conte di Blackmoor.
  • Emissario Imperiale Dram — Ex-assassino del Morag Tong, lavorò come emissario personale di Tiber Septim. Fortemente coinvolto nella campagna dell'Hammerfell, venne ucciso durante un'insurrezione a Stros M'Kai.
  • Cavaliere Renald — Membro di un'ordine cavalleresco dal quale nasceranno le Blade, sostenne Cuhlecain nella scelta di assumere Tiber Septim, all'epoca conosciuto come Hjalti Barba Precoce, in quanto lo credeva il predetto Sangue di Drago.

Forze Imperiali utilizzate

Apparizioni

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+