FANDOM



Quotebg2
"Il Principe Daedrico Hircine è conosciuto anche come il Principe Cacciatore e il Padre degli Uomini Bestia. Usa la Caccia Selvaggia per punire coloro che osano sfidarlo."
―Schermata di caricamento di Skyrim[src]
Hircine è il Principe Daedrico della Caccia e degli Sport, nonché principale antagonista del capitolo The Elder Scrolls III: Bloodmoon. Tra i suoi titoli si annoverano quello di "Capocaccia" e "Padre degli Uomini-bestia", in quanto conosciuto per essere il padre della Licantropia. I Khajiit lo chiamano anche "Gatto Affamato".

Il suo piano dell'Oblivion sono i Terreni di Caccia, un reame boscoso e selvaggio in cui finiscono i licantropi dopo la morte.

Può essere evocato il 5° giorno del mese di metà anno, ma lo si può contattare anche presso il suo santuario offrendogli una pelliccia di lupo o di orso.

Descrizione Modifica

Hircine solitamente assume la forma di un uomo con la testa di un cervo con una lancia in mano e un lupo al suo fianco. Tuttavia, può assumere qualunque forma animale egli desideri; in Bloodmoon può assumere le forme di lupo o di orso, mentre in The Elder Scrolls V: Skyrim, prende le sembianze di un cervo bianco, del quale manterrà l'aspetto come spirito una volta che esso viene ucciso.

Sebbene la maggior parte dei Principi Daedrici siano considerati individui malvagi e meschini dalla natura distruttrice, alcuni sono anche visti in una luce positiva come esseri benevoli. Difatti alcuni sanno riconoscere le qualità di onore e rispetto tra i propri fedeli e sono contrari all'omicidio disonorevole; Hircine può rientrare all'interno di questa categoria. Pur non essendo propriamente un essere benevolo, ha un alto senso dell'onore e sportivamente concede spesso alle sue prede umane una possibilità. Non è inutilmente distruttivo come gli altri Daedra, anche se come loro non presta particolare attenzione ai mortali, a meno che non siano le sue prede.

Hircine, l'antico spirito della caccia, è fonte di accesi dibattiti tra i teologi di Tamriel, anche perché non appare né viene menzionato nei più antichi miti del Nirn. Alcuni studiosi arrivano a sostenere che Hircine non sia in realtà uno degli originali Principi Daedrici, ma che si sia aggiunto in seguito, come Malacath. Tuttavia queste ipotesi sembrano non trovare riscontro, anche perché è unanimemente riconosciuto il suo ruolo nella creazione della Licantropia e della Grande Epidemia che devastò Tamriel durante l'Era Meretica. Come gli altri Principi Daedrici appare una volta ogni mille anni, anche se non per portare la distruzione totale ma per partecipare alla Grande Caccia descritta nella Profezia della Luna Insanguinata.

Profezia della Luna Insanguinata Modifica

Luna Rossa Bloodmoon

La Luna di Sangue in Bloodmoon

La Profezia della Luna Insanguinata è un'antica leggenda degli Skaal, un popolo derivato dai Nord che vive sull'isola di Solstheim, secondo la quale ogni mille anni il Principe Daedrico Hircine entra nel Mundus e libera i suoi infernali mastini nel Nirn e dà il via alla Grande Caccia. Questo evento è preceduto da quattro segni:

  • La Venuta dei "Mastini": durante questa fase i licantropi appaiono sull'isola di Solstheim.
  • Il Fuoco dell'occhio di Vetro: in questa fase un enorme colonna di fiamme appare nel lago di Fjalding.
  • La Marea dei Guai: si tratta di un grande massacro di Horker, i cui cadaveri rimangono per settimane sulla costa settentrionale dell'isola, che poi vengono trascinati via dalla marea.
  • La Luna Insanguinata: è il segno finale della Venuta di Hircine. La luna Secunda si tinge di cremisi per la Preghiera del Cacciatore.

Dopo la venuta dell'ultimo segno comincia quello che viene chiamato "Gioco del Cacciatore", che varia da epoca a epoca, durante il quale Hircine dà il via ad una grande caccia che può avere per preda un animale, un uomo o un'intera tribù di uomini. L'ultima Grande Caccia di Hircine risale all'anno 3E 427, avvenuta nel ghiacciaio Mortrag.

Opinione su Hircine e Culto Modifica

Hircine è certamente uno dei Principi Daedrici maggiormente adorati in tutta Tamriel, nonostante i culti daedrici non siano ben visti dalla maggioranza della popolazione, anche se spesso Hircine non presta ascolto alla maggioranza delle preghiere dei suoi fedeli. Ad adorare Hircine sono soprattutto i cacciatori, i pescatori e gli uomini-bestia come i Lupi Mannari, i Leoni Mannari e gli Orsi Mannari. È capace di rispettare le creature e i cacciatori che si dimostrano degni della sua stima e compiono delle imprese meritevoli ai suoi occhi.

Hircine e i Licantropi Modifica

Hircine è il patrono e il creatore della condizione licantropica. I licantropi sono infatti noti anche come "segugi di Hircine", e durante la Luna di Sangue lo servono come suoi cacciatori mentre gli abitanti del Solstheim fungono da preda. A differenza delle altre anime mortali, le anime dei licantropi, dopo la morte, vengono reclamate da Hircine, e passano l'eternità sperimentando l'eccitazione della caccia nei suoi Terreni.

Solo le streghe della Congrega di Glenmoril, famose per essere adoratrici di Hircine, sono in grado di curare la licantropia, e spesso convocano il Principe Daedrico per chiunque possa pagarne il prezzo. La persona infetta, con l'assistenza delle streghe, deve eseguire un rituale chiamato "Rito del Lupo Donatore", un rituale complesso di magia oscura che richiede il sacrificio della carne e dell'innocenza. Un altro modo per essere curati dalla licantropia è essere trasformati in un vampiro.

Storia Modifica

Intorno all’anno 3E 430, Hircine arrivò a Solstheim, l'isola dove ogni mille anni il Principe Daedrico vi si reca per praticare la caccia. L’evento è noto come Profezia della Luna di Sangue presso la locale tribù Nordica degli Skaal.

Attrebus Mede e Ezhmaar Sul attraversarono i Terreni di Caccia durante la Quarta Era, nel tentativo di intercettare la città fluttuante di Umbriel, che si stava dirigendo verso Morrowind. Sul propose ad Attrebus di entrare nel regno di Hircine, e da li attraversare quindi un portale per giungere a Morrowind, dove Umbriel era misteriosamente diretta. Giungendo quindi ad un vecchio cancello dell'Oblivion, distrutto diversi anni prima dal leggendario Eroe di Kvatch, i due lo riaprirono e si gettarono dentro, arrivando nel reame del Principe Daedrico della Caccia. Il tentativo riuscì in parte, perché, a pochi metri dal portale, Hircine li attaccò con un branco di licantropi. Attrebus e Sul riuscirono a salvarsi combattendo contro migliaia di Lupi e Orsi mannari e attraversando il portale per Vvanderfell, mentre i loro compagni Khajit trovarono la morte. 

Artefatti Modifica

Pelle del Salvatore Modifica

TESV Savior's Hide Crop-0

Pelle del salvatore

La Pelle del Salvatore è un'armatura leggera di pelle che appare in diversi capitoli della saga di The Elder Scrolls e viene donata dal Principe Daedrico una volta portate a termine le sue questo. Fornisce 80 punti di armatura e 60 di resistenza alla magia. Appare sia in The Elder Scrolls III: Morrowind sia in The Elder Scrolls V: Skyrim, dove è possibile ottenerla insieme all'Anello di Hircine completando la relativa missione daedrica.

Anello di Hircine Modifica

Anello di Hircine

Anello di Hircine

L'Anello di Hircine è un particolare anello incantato che può essere ottenuto in The Elder Scrolls V: Skyrim una volta portata a termine la missione relativa. Questo anello consente al giocatore di trasformarsi in Lupo Mannaro più di una volta al giorno e in più vi è il 10% di possibilità che avvenga una trasformazione improvvisa. Naturalmente il Sangue di Drago deve essere già affetto dalla licantropia per poter iniziare e portare a termine la missione di Hircine.

Lancia del Cacciatore Modifica

Arma che si ottiene in The Elder Scrolls III: Bloodmoon alla fine della missione "La Caccia di Hircine". Dopo aver sconfitto il gigante del gelo Karstaag, il Nerevarine incontra ancora una volta Hircine, che dichiara che ha "guadagnato il più grande onore che può essere conferito a un mortale", ossia divenire la sua preda. Prosegue quindi chiedendo al Nerevarine quale attributo rende grande un cacciatore: forza, astuzia o velocità. Hircine può assumere una forma diversa a seconda della scelta compiuta; se il Nerevarine sceglie l'astuzia, combatterà Hircine nella sua vera forma, potendo raccogliere la lancia dai suoi resti. Si tratta di un'arma molto potente, che infligge un danno base di 40 e provoca un ulteriore danno da fuoco di 50 punti per 10 secondi, paralizza i nemici per 10 secondi e provoca altri 4 punti di danno da avvelenamento per 5 secondi.

Missioni Modifica

Daggerfall Modifica

In The Elder Scrolls II: Daggerfall, l'eroe di Daggerfall contattò Hircine attraverso le streghe di Glenmoril, ottenendo l'anello di Hircine in cambio della caccia di un ladro Orso Mannaro.

Morrowind Modifica

In The Elder Scrolls III: Morrowind, il Nerevarine ricevette uno dei suoi artefatti, la Lancia dell'Amara Misericordia, come ricompensa per aver ucciso un Toro Gigante con la Forchetta dell'Orripilazione. Anche se in questo caso la lancia era una ricompensa di Sheogorath, viene spesso associata a Hircine. Il Nerevarine combatté e sconfisse Hircine anche in The Elder Scrolls III: Bloodmoon, quando tentò di entrare nel Mundus da Solstheim.

Oblivion Modifica

In The Elder Scrolls IV: Oblivion, Hircine chiese all'Eroe di Kvatch di cercare il corno di un unicorno, offrendo la Pelle del Salvatore come ricompensa.

Skyrim Modifica

In The Elder Scrolls V: Skyrim, Hircine appare durante la quest "Incontri al Chiaro di Luna". Se il Sangue di Drago è un lupo mannaro, potrà ricevere da Sinding, un altro lupo mannaro rinchiuso nella prigione di Falkreath, l'anello maledetto di Hircine, con il potere di trasformare a caso chi lo indossa. Hircine chiederà quindi al Sangue di Drago di cacciare Sinding e strappargli la pelle dal corpo. Il Sangue di Drago può quindi ucciderlo per ricevere il favore di Hircine e ottenere la Pelle del Salvatore, o per uccidere gli altri cacciatori che cercavano di ottenere il favore di Hircine e ottenere il suo anello. Qualunque sia l'opzione scelta, Hircine sarà soddisfatto dei risultati.

Curiosità Modifica

  • Il nome Hircine deriva dalla parola latina hircīnus, che significa "caprino" o "relativo alla capra".
  • In Bloodmoon, Hircine è doppiato da Jonathan Bryce, mentre in Skyrim è doppiato da Craig Sechler, che presta la sua voce anche a Gallus e a Peryite.
  • L'aspetto di Hircine (un umanoide con le corna da cervo) è probabilmente ispirato a quello di Cernunnos, un'antica divinità celtica associata alla caccia e alla natura selvaggia, o a quello di Herne il Cacciatore, un cavaliere fantasma del folklore inglese.

Galleria Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.