FANDOM


Il Grande Crollo fu un evento geologico che devastò la città di Winterhold. Nel 4E 122, una serie di tempeste colpì la costa settentrionale di Skyrim, causando un incredibilmente rapido sgretolarsi del suolo e il conseguente crollo di buona parte della città nel Mare dei Fantasmi. L'evento mutilò gravemente Winterhold, ma la vicina Accademia dei Maghi ne uscì miracolosamente illesa.

Ipotesi sulle cause

Eruzione vulcanica

I membri dell'Accademia di Winterhold sostengono che la causa del disastro possa essere una conseguenza indiretta dell'eruzione della Montagna Rossa, a Morrowind. L'eruzione, tuttavia, avvenne nel 4E 5, causando il periodo noto come Anno Rosso, piazzandosi 117 anni prima del crollo di Winterhold.

I Maghi dell'Accademia

Molti locali, invece, incolpano gli stessi maghi dell'Accademia. Se i Manto della Tempesta vengono cacciati da Winterhold, lo Jarl Imperiale si fiderà delle assicurazioni dell'Arcimago Savos Aren sull'estraneità dell'Accademia, ma molti cittadini manterranno i propri sospetti. Del resto, i maghi e i loro servitori sono sempre stati generalmente avversati ed evitati dalla popolazione.

Effetti

Dopo il cataclisma, la città di Winterhold non è mai stata veramente ricostruita. Nacquero immediatamente pregiudizi nei confronti dei Dunmer rifugiatisi nell'Accademia, come spiegato dettagliatamente in una lettera dell'allora Arcimago Deneth allo Jarl Valdimar. Nonostante le scuse formali, da quel momento maghi e Dunmer persero ogni credibilità.

Apparizioni

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.