FANDOM


DescrizioneModifica

Kagrenac, talvolta chiamato Kagrnac, era un brillante mago e ingegnere Dwemer, fregiato di titoli quali "Alto Sacerdote", "Alto Ingegnere" e "Capo Architetto Tonale". Era noto principalmente per il suo lavoro nell'ambito delle forze mitopoietiche e per aver costruito il primo Numidium.

BiografiaModifica

Quando i minatori Dwemer scoprirono il Cuore di Lorkhan, iniziò a studiare in che modo attingere al suo potere, nella sua perenne ricerca del segreto dell'immortalità. Creò tre strumenti per manipolare il potere divino del Cuore: il pugnale Keening, il martello Sunder e il guanto Wraithguard.

Kagrenac

Schema Dwemer raffigurante gli insegnamenti di Kagrenac

Dopo la pace fra Chimer e Dwemer, Kagrenac si mise al lavoro in segreto sul Cuore di Lorkhan per creare un nuovo dio da utilizzare per reclamare l'intera Resdayn per la sua razza. Secondo questa versione, fu proprio questa segretezza a portare alla Guerra del Primo Consiglio. Re Dumac, del tutto ignaro dei progetti del suo Alto Architetto, negò la loro esistenza all'amico Nerevar, quindi si offese molto quando Nerevar tornò per chiedere che le operazioni sul Cuore di Lorkhan cessassero. La stessa versione afferma che Kagrenac sia stato ucciso da Dagoth Ur durante la Battaglia della Montagna Rossa, e che sia stato Nerevar, con l'aiuto di Azura, a ridurre in polvere i Dwemer. Vivec non disse se Dumac conoscesse o no i progetti di Kagrenac, ma sostenne che l'ingegnere si offese per le asserzioni di Nerevar quando l'Hortator interrogò Dumac. Asserì inoltre che fu Dagoth Ur che, non si sa come, scoprì per primo i piani sul Cuore di Lorkhan, informandone il governo Chimer.

La maggior parte dei resoconti sulla Battaglia della Montagna Rossa non parla della morte di Kagrenac per mano di Dagoth Ur, sostenendo invece che Kagrenac, al culmine dello scontro, usò i suoi strumenti sul Cuore, e ciò coincise con la misteriosa scomparsa dei Dwemer da Nirn.

I piani di KagrenacModifica

Le sue personali teorie su come creare un nuovo dio sono riportate nel libro Metafisica Divina. Il volume è tuttavia indecifrabile per chiunque non possieda un'approfondita conoscenza della lingua Dwemer. Il Maestro Artigiano Yagrum Bagarn, ultimo Dwemer vivente, conosceva l'Alto Architetto personalmente, ma non ne volle mai rivelare i pensieri, ritenendo che le teorie di Kagrenac dovessero morire con lui.

Lo storico cyrodiilico Borgusilus Malier fu il primo a teorizzare, nel 1E 668, che un potente filosofo-stregone Dwemer conosciuto come "Kagrnak" usò la silenziosa e magica abilità nanica nota come "la Chiamata", che permetteva a tutti i nani di comunicare telepaticamente tra di loro, per radunare tutto il suo popolo per un grandioso, sublime viaggio, che risultò nella loro scomparsa.

ApparizioniModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.