FANDOM


Lamae Bal
Lamae Bal
Informazioni di base
Razza Nede

Vampiro

Sesso Femmina
Fazione Vampiri
Rango Matrona di Sangue
Servizi Può trasmettere il vampirismo
Quotebg2
"Madre Lamae fu la prima di noi. Molag Bal ne fece la propria sposa riluttante, e attraverso di lei portò il terrore nella notte. Attraverso di lei, egli creò la razza dei vampiri. Lei è la Matrona di Sangue, la madre di tutti noi."
Vorundil[src]

Lamae Bal, conosciuta anche come Lamae Beolfag, "Madre" Lamae o la "Matrona di Sangue" fu la prima vampira di sangue puro della storia tamrielica, nonché una delle ultime Nede viventi.

DescrizioneModifica

Lamae Beolfag fu un'adoratrice di Arkay appartenente a un'antica tribù Nede che, nelle lande di Skyrim, venne violentata dal Principe Daedrico della dominazione e della schiavitù Molag Bal. E' attestato che, consumato lo stupro, il Daedra lasciò cadere una goccia del proprio sangue sulla fronte di Lamae, prima di tornare nell'Oblivion lasciandola sola a morire.


Lamae venne però scoperta poco dopo da una tribù di nomadi, che se ne presero cura e tentarono di curarne le ferite. Nonostante i loro sforzi, tuttavia, ella sembrò destinata a spirare nell'arco di due settimane. Le ferite, tuttavia, iniziarono improvvisamente a curarsi da sole. Terrorizzati, dunque, approntarono una pira funeraria e vi posero la ragazza. Già avvolta dalle fiamme, però, Lamae si svegliò, risorgendo come prima vampira di sangue puro della storia. Furiosa e disorientata, massacrò i membri della tribù, macellando donne e bambini e stuprando gli uomini con la stessa ferocia che aveva usato Molag Bal su di lei. Quando tornò in sé e si rese conto di quanto aveva fatto, Lamae invocò, piangendo, l'aiuto di Arkay, ma questi non le rispose. Amareggiata tanto dall'attacco di Molag Bal quanto dal tradimento di Arkay, Lamae li maledisse entrambi. Da quel momento, in sfregio al Divino, tramutò in vampiro ogni sacerdote di Arkay in cui si imbatté.

Essendo il primo individuo ad aver contratto il vampirismo da Molag Bal stesso, Lamae divenne nota come Figlia di Coldharbour. Nei culti del Daedra, ciò si sviluppò in una tradizione che prevedeva che le donne venissero offerte a lui nel giorno della sua evocazione. Poche sopravvivevano all'ordalia, ma coloro che vi riuscivano rinascevano come vampire di sangue puro. Essere selezionate per l'offerta era considerato un onore che non poteva essere rifiutato con leggerezza.

Lamae creò anche un proprio culto vampirico nella Cripta della Matrona di Sangue. Nel Rito del Discendente, pochi individui selezionati apprendevano il passato della ragazza e maledicevano Arkay e Molag Bal, profanandone i simboli. Completati questi compiti, gli iniziati entravano in una piscina ove venivano prosciugati del proprio sangue da parte dei sacerdoti del culto. Lamae, quindi, appariva e conferiva loro il vampirismo.

Lamae Bal sembra essere la progenitrice diretta dei Clan Lyrezi, Selenu e Vraseth, che prendono il nome da alcuni dei Nede che, nella sua furia, violentò.

InterazioniModifica

Discendente della Matrona di SangueModifica

Il Vestige completerà alcuni obiettivi e si sottoporrà a un rituale in cui Lamae Bal stessa lo tramuterà in un vampiro.

ApparizioniModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.