FANDOM


Guardia ashlander

Una guardia nativa in The Elder Scrolls Online.

Descrizione

Con il termine Velothi, o Nativi delle Terre di Cenere, si indicano le tribù, principalmente nomadi, di Dunmer che abitano le terre più inospitali di Morrowind, in particolare le cineree desolazioni di Vvardenfell[1]. Il loro stile di vita è molto diverso da quello delle Casate Dunmer civilizzate, essendo cambiato pochissimo rispetto all'epoca del profeta Veloth, nell'Era Meretica[2].

Nel gioco

Storia

Era Meretica

I nativi delle Terre di Cenere affermano di essere i diretti discendenti dei primi seguaci di Veloth. Durante l'Era Meretica, il profeta lasciò le Isole Summerset per stabilirsi a Vvardenfell, portando al fiorire della cultura delle Grandi Casate[3][4]. Gli studiosi ritengono che, anticamente, i nativi abbiano costruito insediamenti in pietra, ma che poi li abbiano abbandonati passando alla vita seminomade[3][5]. Il dibattito, tuttavia, è ancora aperto.

Prima Era

L'invasione dei Nord, durante la Prima Era, spinse le numerose tribù di nativi ad aggregarsi in entità più potenti, che divennero il germoglio delle Grandi Casate di Morrowind[6]. A seguito della formazione delle Grandi Casate e dell'instaurazione del Primo Consiglio, la popolazione Dunmer iniziò a fondare insediamenti stabili, e il numero di nativi nomadi decrebbe. I pochi rimasti vennero progressivamente spinti nelle terre più povere di Vvardenfell e dintorni[1]. Ciò nonostante, le relazioni fra le due popolazioni rimasero buone grazie al lavoro di Indoril Nerevar, che unì le Grandi Casate e le tribù di nativi per scacciare i Nord da Resdayn[7].

Dopo la Battaglia della Montagna Rossa, il neonato Tempio del Tribunale, che aveva divinizzato il Tribunale di Vivec, Almalexia e Sotha Sil, allontanò ulteriormente i nativi dalla società Dunmer. Le tribù iniziarono ad avversare la nuova religione, e il Tempio iniziò a perseguitarle[1]. I nativi elaborarono una convinzione, associata ad Alandro Sul, secondo la quale i poteri del Tribunale non erano stati ottenuti tramite sforzo divino, ma grazie a stregoneria profana, e che Nerevar, assassinato dal Tribunale, sarebbe tornato, come profetizzato da Azura[8].

Seconda Era

Durante l'Interregnum, l'Ashkhan Chodala, che aveva combattuto gli Akaviri[9], imbrigliò parte del potere di Vivec in un bastone magico, con l'intenzione di usarlo per diventare il profetizzato Nerevarine e unire le popolazioni di nativi delle Terre di Cenere[10]. Tuttavia, il Vestige rivelò che, per la sua mancanza di fiducia nei buoni consigli, Chodala non poteva essere il Nerevarine[11]

Terza Era

Vedi Il Culto del Nerevarine

Quarta Era

Dopo gli eventi riguardanti l'emergenza del Nerevarine, la gerarchia del Tempio iniziò a considerare i nativi delle Terre di Cenere, specialmente i Sacerdoti Dissidenti, i "custodi delle antiche usanze", portatori della "visione autentica" della fede. Con lo stabilirsi del Nuovo Tempio e del ripristino della fede nei Daedra, le Sagge Donne assunsero il ruolo di guide spirituali per i pellegrini[12], e non mancarono di attribuire la disastrosa eruzione della Montagna Rossa del 4E 5 e la seguente invasione argoniana una punizione divina per la venerazione del Tribunale.

Cultura

Società

Accampamento Urshilaku

L'Accampamento Urshilaku in The Elder Scrolls III: Morrowind.

I nativi delle Terre di Cenere sono organizzati in tribù, spesso in contrasto tra loro. La maggior parte di esse sono nomadi, mentre altre vivono in insediamenti semi-permanenti diffusi in tutta Vvardenfell. Alcune tribù, inoltre, possiedono insediamenti fissi sulla parte continentale di Morrowind.

Gli insediamenti di Vvardenfell includono:

Sulla terraferma, inoltre, si trovano le tribù:

Principalmente, i nativi pascolano mandrie di bestiame, cacciano, pescano e raccolgono cibo ove possibile[15]. I pochi, semplici materiali a loro disposizione consentono la costruzione di tende, dette yurte, corazze, abiti e mobilio per le abitazioni. Alcune tribù commerciano con le Grandi Casate Dunmer, barattando i prodotti dell'allevamento con oggetti che non possono procurarsi in altro modo[15][16].

Ogni tribù è guidata da un Ashkhan, solitamente il guerriero più forte dell'accampamento[17]. L'Ashkhan ha uno o più gulakhan, rappresentanti che trattano con gli stranieri in sua vece[15][18]. La posizione di gulakhan può essere ereditaria[19], e, in caso di morte dell'Ashkhan, il successore viene spesso scelto fra i gulakhan[20].

Manirai

Manirai, Saggia donna della Tribù Erabenimsun.

La Saggia donna si prende cura del benessere spirituale della tribù, fornendo cure e consigli[17]. Sono anche le storiche della tribù, conservando la tradizione orale del popolo e tramandandola attraverso le generazioni. In generale, quando una Saggia donna muore senza aver passato le informazioni storiche che conservava, tutte le conoscenze della tribù vanno perdute[21]. Fra i compiti delle Sagge donne rientra anche l'imparare a memoria i versi poetici della tribù, ed eventualmente raccoglierli e conservarli in forma scritta[22][23].

Le abitudini dei nativi riguardo a come relazionarsi con stranieri, persone e cose sono molto rigide. Lo scambio di doni fra amici e stranieri in segno di rispetto è comune, mentre fare il regalo sbagliato può rivelarsi molto rischioso, anche tra amici[24].

Comunemente, gli estranei non sono bene accetti nelle yurte dei nativi. Tuttavia, uccidere uno straniero disarmato è considerato disonorevole, e spesso i forestieri vengono cacciati con un semplice rimprovero[2]. L'ospitalità viene formalmente concessa da un membro della tribù, diventando quindi qualcosa che non può essere violato senza arrecare vergogna a tutti i nativi[25]. La vera amicizia con i nativi delle Terre di Cenere, tuttavia, viene siglata con il titolo di "Amico del Clan". E' possibile diventare Amico del Clan solo tramite un complesso rituale durante il quale lo straniero viene giudicato dagli antenati della tribù[18].

Religione

In contrasto con i Dunmer delle Grandi Casate, i nativi delle Terre di Cenere continuano a venerare i Daedra Azura, Mephala e Boethiah anche dopo l'apoteosi del Tribunale[15]. Oltre ad adorare i Daedra, ogni tribù ha anche il proprio culto degli antenati[2]. Questi culti hanno una visione negativa dei membri del Tribunale, che vengono considerati falsi dei che hanno assassinato Nerevar[1][26]. La religione dei nativi enfatizza il misticismo e la rivelazione personale, e, a differenza del Tempio, le Sagge donne e i membri della tribù tengono in grande considerazione sogni e visioni[17][27].

Il Culto del Nerevarine

A seguito della morte di Nerevar e dell'apoteosi del Tribunale, molti nativi cominciarono a credere che l'Hortator sarebbe tornato e avrebbe cacciato gli invasori da Morrowind, proprio come predetto da Azura[27]. Il Tempio del Tribunale aveva sempre intimidito i seguaci del Culto del Nerevarine con la minaccia di carcere o morte, pur consentendo loro di persistere nella venerazione dei Daedra. A causa del loro obiettivo manifesto di cacciare gli stranieri da Morrowind, tuttavia, l'Impero li considerava un'entità ostile, e non fece nulla per arrestare le crudeli persecuzioni perpetrate dagli Ordinatori nei confronti dei seguaci del culto[1]. Come risultato, i nativi dovettero nascondere la propria fede anche all'interno delle stesse tribù, rendendo impossibile stimare l'effettiva diffusione del Culto del Nerevarine[27]. Al 3E 427, le persecuzioni avevano ridotto drasticamente il numero dei cultisti, che mantenevano una debole influenza solo sulla tribù Urshilaku[28].

Galleria

Riferimenti

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 Notes from Huleeya
  2. 2,0 2,1 2,2 Zainsubani's Notes
  3. 3,0 3,1 Prima dell'era dell'uomo - Aicantar di Shimerene
  4. The Fall of Trinimac - The Faithless One
  5. L'importanza del dove - Marobar Sul
  6. Breve storia di Morrowind - Jeanette Sitte
  7. La guerra del Primo Consiglio
  8. Nerevar alla Montagna Rossa - Tempio del Tribunale
  9. The Elder Scrolls III: Morrowind - dialogo con Conoon Chodala
  10. Chodala's Writings - Chodala
  11. Eventi di The Elder Scrolls Online: Morrowind
  12. Le Redenzioni - Thara di Rihad
  13. 13,0 13,1 13,2 13,3 Guide to Vvardenfell
  14. Legend of the Ghost Snake - Bonorion the Wanderer
  15. 15,0 15,1 15,2 15,3 Ashlander Tribes and Customs - Ulran Releth
  16. Eventi di The Elder Scrolls III: Morrowind
  17. 17,0 17,1 17,2 Ashlander Wise Women - Jiuba Rothalen
  18. 18,0 18,1 The Elder Scrolls III: Morrowind - dialogo con Sul-Matuul
  19. The Elder Scrolls III: Morrowind - dialogo con Han-Ammu
  20. The Elder Scrolls III: Morrowind - dialogo con Manirai
  21. The Elder Scrolls III: Morrowind - dialogo con Nibani Maesa
  22. Le Cinque Stelle Lontane
  23. Parole al vento
  24. The Elder Scrolls III: Morrowind - dialoghi con i saggi
  25. The Elder Scrolls III: Morrowind - dialogo con Kaushad
  26. Progress of Truth
  27. 27,0 27,1 27,2 Nerevarine Cult Notes - Sharn gra-Muzgob
  28. The Elder Scrolls III: Morrowind - dialogo con Hassour Zainsubani
*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+