FANDOM


DescrizioneModifica

Guerriero Nedico

Un guerriero Nede come appare in The Elder Scrolls Online

Il popolo dei Nede fu una razza di uomini che popolarono Tamriel durante la Prima Era. I Nede erano suddivisi in tribù, molte delle quali nomadi, che si stabilirono nei territori che oggi formano le provincie di Cyrodiil, Skyrim, Hammerfell e Morrowind. Le loro origini di questo popolo sono misteriose e poco se ne sa, tuttavia la maggioranza degli studiosi ipotizza che si trattasse di gruppi di Atmoriani che, dopo essersi stabiliti a Skyrim, migrarono nel resto di Tamriel alla ricerca di nuove opportunità. Da essi sono discese tutte le razze umane che oggi popolano il continente, ad eccezione dei Redguard originari del continente di Yokuda.

Storia Modifica

Origini Modifica

Come già accennato le origini dei Nede sono fonte di un dibattito molto acceso tra gli studiosi: la maggior parte sostiene che essi furono degli Atmoriani che, dopo l'arrivo a Skyrim, si staccarono dai Nord per disperdersi nel nord del continente dove crearono una serie di piccoli regni da cui ebbero origine successivamente le razze dei Bretoni e degli Imperiali. Tuttavia alcuni studiosi mettono in dubbio questa ipotesi sostenendo che non esiste alcuna prova archeologica o documento scritto che provi ciò.

La vita nell'Hammerfell Modifica

Uomini Nedii

Alcuni Nedii in una fan art

I Nede all'inizio della propria storia si stabilirono nella provincia dell'Hammerfell, dove dovettero difendersi da numerose incursioni di Orchi, Dwemer e Ayleid. Nonostante questi attacchi continui, i Nede prosperarono e dettero vita ad una civiltà fiorente. Ancora oggi possono essere ammirate le maestose rovine delle loro città di pietra che punteggiano i vari deserti dell'Hammerfell. Tuttavia quando i Redguard giunsero nella provincia furono da essi scacciati e costretti a rifugiarsi a Cyrodiil e High Rock.

La vita a Cyrodiil e la schiavitù sotto gli Ayleid Modifica

Le cose non andarono meglio nella regione di Cyrodiil: dopo un primo momento di splendore durante i primi anni della 1E, i Nede furono schiavizzati dal popolo elfico degli Ayleid i quali invasero e sottomisero i regni umani grazie anche a patti stipulati con i Principi Daedrici, i quali li fornirono di terribili incantesimi e armate di dremora. Nei secoli successivi gli umani furono trattati alla stregua di animali da soma dai loro padroni ellfici, e solo l'intervento di Sant'Alessia, aiutata dal dio Akatosh, consentì di spezzare la schiavitù che opprimeva gli uomini e scacciare gli Ayleid; tuttavia quando giunse Sant'Alessia i Nede erano ormai scomparsi per lasciare posto alla razza degli Imperiali.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.