FANDOM



Quotebg2
"Mi sforzai di comprendere la sua filosofia labirintica, la sorgente del suo misterioso dolore. Tutto su di lei era oscuro e annebbiato, anche il modo in cui parlava e le azioni che voleva da me. Mi servirono anni per capire il semplice fatto che non avrei mai potuto comprendere Nocturnal. Il suo mistero era così essenziale per lei come la violenza per Boethiah e la slealtà per Molag Bal. Comprendere Nocturnal è negarla, aprire le tende che nascondono il suo regno di oscurità. Per quanto la amassi, riconobbi l'inutilità di svelare i suoi enigmi. "
―Sigillah Parate[src]
Nocturnal è il Principe Daedrico della Notte e dell'Oscurità. È conosciuta anche come "Padrona della Notte", "Signora della Fortuna" e "l'Inconoscibile". I fedeli di Nocturnal sono principalmente ladri e spie, ossia coloro che operano nelle tenebre e di notte. I membri della Gilda dei Ladri, in particolare, la venerano come la loro patrona.

Può essere convocata il 3° giorno del Focolare, ma è richiamabile anche presso uno dei suoi santuari.

Descrizione Modifica

TESV Nocturnal

La statua di Nocturnal nella schermata di caricamento di Skyrim

Non esistono descrizioni univoche di Nocturnal, in quanto viene solitamente descritta come nascosta dall'oscurità e dall'ombra. Le sue raffigurazioni la mostrano come una figura femminile dalle fattezze umane avvolta da un mantello che ne nasconde la maggior parte dei lineamenti e del corpo. Viene rappresentata con le braccia tese, dove si appoggiano in genere degli usignoli (o degli uccelli simili).

Nocturnal afferma di essere un aspetto dello stesso vuoto dell'Oblivion, e i suoi titoli tendono a rimarcare questa sua appartenenza. La sua stessa natura è tale da risultare impenetrabile da parte dei mortali, essendo lei l'incarnazione dell'insondabile e dell'enigmatico. A lei sono devoti soprattutto coloro che operano nelle tenebre e nella notte, come i ladri e le spie, mentre gli assassini e i traditori preferiscono rivolgersi ad altre figure più violente, come Boethiah o Molag Bal

Di Nocturnal, Karliah dice che è "come una madre severa che ti sprona sempre con durezza per farti diventare più forte", il che significa che, a differenza della maggior parte degli altri Principi Daedrici, non è pienamente considerata malvagia. 

Culto di Nocturnal Modifica

Pur essendo indubbiamente uno dei culti daedrici più diffusi in tutta Tamriel, Nocturnal non ha alcuna forma di clero organizzato. Alcuni mortali si definiscono "sacerdoti di Nocturnal", ma la Padrona della Notte non sembra mostrare loro alcun interesse; e in effetti, Nocturnal sembra non essere interessata a nessun tipo di culto o venerazione.

L'unico suo tempio conosciuto è a Skyrim, un luogo noto come Sepolcro del Crepuscolo, costruito attorno all'Ebonmere, il portale per il suo piano dell'Oblivion noto come Crepuscolo Perenne. Alla sua protezione sono deputati i Nightingale, gli emissari della divinità che godono di particolari benedizioni, dal momento che dall'Ebonmere scaturisce la fortuna che Nocturnal dona ai ladri, e che quindi svolge un ruolo importante nelle vite di chiunque usi le ombre per svolgere il proprio lavoro, anche se nessuno sa quale prezzo venga pagato in cambio.

Nightingale Modifica

Sebbene Nocturnal non abbia un clero veramente organizzato, su Nirn ha tre servitori mortali noti come Nightingale. I Nightingale servono direttamente Nocturnal, che concede loro il potere su ombra, sotterfugio e discordia in cambio del loro servizio. Una volta che i Nightingale stipulano il loro contratto con Nocturnal, sono obbligati per tutta la vita a servire la Padrona della Notte a guardia del Sepolcro del Crepuscolo, e le loro anime verranno reclamate nel Crepuscolo Perenne dopo la morte.

Altri culti Modifica

Come la maggior parte dei Principi Daedrici, Nocturnal ha anche adoratori che usano la magia. In "Ombre Rubate", ad esempio, viene descritta una congrega di adoratori di Nocturnal. La Padrona della Notte, a differenza degli altri, sembra interessarsi del loro culto e godere delle loro lodi, sorridendo mentre cantano il suo grande mistero.

Artefatti Modifica

Quotebg2
"Rubare a un dio è molto poco saggio."
―Nocturnal
Sono due gli artefatti attribuiti a Nocturnal, ed entrambi conferiscono abilità volte ad aiutare i ladri nella loro professione. Essi sono la Cappa Grigia di Nocturnal e la Chiave dello Scheletro.

Cappa Grigia di Nocturnal Modifica

L'artefatto che in Oblivion viene associato a Nocturnal è un cappuccio incantato che possiede la capacità di  nascondere completamente l'identità di chi lo indossa dalla conoscenza mortale, comprese le forme magiche di previsione e identificazione. Il potere del cappuccio era così grande che le persone sarebbero state incapaci di ricordare il nome di chiunque lo possedesse, o anche solo in grado di conservare alcun ricordo a lungo termine dell'interazione con chi lo indossava, Persino rimuovere il cappuccio in bella vista degli altri non avrebbe infranto il suo incantesimo.

Secondo quanto riferito, il cappuccio era stato rubato dal capo della Gilda dei Ladri di Cyrodiil (Emer Dareloth) durante la Terza Era, il quale rimosse ogni suo ricordo dalla storia e da quel momento venne conosciuto solo solo come la "Volpe grigia", sebbene non fosse comunemente noto che il cappuccio fosse responsabile della sua infamia.

Il cappuccio è stato anche citato nel libro "La Canzone di Hrormir", dove Nocturnal fu ingannata da Hrormir proprio grazie al suo cappuccio.

Chiave dello Scheletro Modifica

Chiave Scheletro Online 2

La Chiave dello Scheletro in The Elder Scrolls Online

Vedi anche: Chiave dello Scheletro

Tuttavia, l'artefatto più famoso di Nocturnal è senza dubbio la Chiave dello Scheletro, un grimaldello indistruttibile capace di scassinare ogni tipo di serratura. Comparsa per la prima volta in The Elder Scrolls: Arena, la chiave verrà ottenuta come ricompensa per le missioni secondarie di Nocturnal in tutti gli altri titoli.

In Skyrim avrà invece un ruolo centrale nelle missioni della Gilda dei Ladri, in quanto Mercer Frey ruberà la chiave dal Sepolcro del Crepuscolo, chiudendo il portale dell'Ebonmere e causando la rovina della gilda. Il Sangue di Drago, aiutato da Karliah, Brynjolf e dai suoi compagni ladri, riuscirà a riportare la chiave al sepolcro, facendo tornare la gilda ai suoi antichi fasti.

In questo frangente, si scoprirà che la chiave non solo può sbloccare le barriere fisiche, ma anche quelle metafisiche. Mercer Frey, nella missione "Colto sul Fatto", asserirà che la chiave può sbloccare anche il potenziale umano. Per questa capacità di superare qualsiasi ostacolo, indipendentemente dal fatto che sia fisico o meno, la Chiave dello Scheletro potrebbe benissimo essere il più potente artefatto daedrico conosciuto.

Curiosità Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.