FANDOM


Per altri usi, vedi Solstheim

DescrizioneModifica

Solstheim

Mappa di Solstheim nella Quarta Era

Solstheim è un'isola posizionata a nordest di Skyrim e a nordovest di Vvardenfell. È il teatro delle vicende dell'espansione Dragonborn di The Elder Scrolls V: Skyrim.

CaratteristicheModifica

All'epoca in cui il Sangue di Drago visita Solstheim, nel 4E 201, non c'è più alcuna presenza imperiale sull'isola. Forte Frostmoth è in rovina, e la città di Roccia del Corvo appartiene ora alla Casata Redoran di Morrowind.

Il corpo militare ufficiale è la Guardia Redoran, il cui compito è proteggere il governatore e gli abitanti di Roccia del Corvo dalle periodiche incursioni della Progenie di cenere. Secondo un sopralluogo del secondo consigliere Adril Arano, nei due anni antecedenti gli eventi di Dragonborn sono caduti ventisei soldati, mentre nei cinque anni precedenti ci sono stati dieci rimpiazzi.

A seguito dell'eruzione della Montagna Rossa nel 4E 5, migliaia di Dunmer furono costretti a fuggire. Molti cercarono la salvezza attraversando il confine con Skyrim, fondando una nutrita colonia nella città di Windhelm, e i Nord donarono a Morrowind l'isola di Solstheim per farne la loro nuova casa.

GeografiaModifica

La geografia dell'isola nella Quarta Era ha caratteristiche tanto di Morrowind quanto di Skyrim. Il nord è dominato dal rigido clima artico tipico del feudo di Winterhold, mentre il sud presenta lo stesso arido paesaggio frastagliato delle terre di cenere di Vvardenfell.

Solstheim è divisa in quattro regioni: Costa Felsaad, Foresta di Hirstaang, Pianure Isinfier e Monti Moesring.

LocalitàModifica

Più in dettaglio: Località (Dragonborn)

La città mineraria di Roccia del Corvo, che sorge sulla costa meridionale, non è che uno sbiadito ricordo del grande centro che fu in passato. Dopo la migrazione di massa degli elfi scuri, l'architettura cittadina ha subito una pesante influenza Dunmer. La Casata Redoran è una presenza stabile, come dimostrano gli stendardi con il suo stemma che sventolano dalle muraglie dell'insediamento.

A est dell'isola, un mago Telvanni abita una torre scavata in uno dei funghi giganti tipici di Morrowind.

Nella regione nord-orientale sorgono un villaggio Skaal e la Sala degli Incontri di Thirsk, mentre nella tundra ghiacciata si trovano le rovine di Castel Karstaag.
Tel Mithryn

Tel Mithryn. Sullo sfondo, la Montagna Rossa.

Hermaeus MoraModifica

L'influenza del Principe Daedrico Hermaeus Mora sull'isola è nota. Il Sangue di Drago potrebbe incontrare un folle ossessionato dal Daedra, e lo stile architettonico del Tempio di Miraak e delle Pietre del Grande Creatore è lo stesso che si trova nel reame di Apocrypha. In varie località sparse in tutta l'isola sarà poi possibile rinvenire i Libri Neri, testi esoterici riguardanti il Principe della Conoscenza.

CuriositàModifica

ApparizioniModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.