FANDOM


DescrizioneModifica

Tempio Tribunale Bandiera

Stendardo del Tempio

Il Tempio del Tribunale, a cui di solito ci riferisce semplicemente con Il Tempio, è il culto dedicato all'adorazione dei tre dei-sovrani di Morrowind conosciuti come il Tribunale. Il Tribunale è composto dalla dea Almalexia, dal dio-poeta Vivec e da Sotha Sil. I tre ottennero poteri divini tramite l'utilizzo degli strumenti di Kagrenac sul Cuore di Lorkhan, diventando così gli dei protettori del popolo Dunmer. Questa divenne la religione principale della Provincia fino agli eventi di The Elder Scrolls III: Morrowind, quando venne sostituito dal Nuovo Tempio.

FedeModifica

Le AnticipazioniModifica

Secondo il Tempio, i tre Daedra che riconobbero la natura divina del Tribunale erano Azura, Boethiah e Mephala. Questi Daedra divennero noti come "Anticipazioni" poiché condividevano caratteristiche e sfere di ogni membro del Tribunale. Ogni Daedra è l'anticipazione di uno degli dei del Tribunale: Azura è l'anticipazione di Sotha Sil, Boethiah di Almalexia e Mephala di Vivec.

Il TribunaleModifica

Il Tempio del Tribunale adora i tre dei viventi Almalexia, Sotha Sil e Vivec, anche noti con l'acronimo ALMSIVI. Ogni dio era il protettore di qualcosa, nella religione Dunmer: Almalexia era patrona di insegnanti e guaritori, Vivec proteggeva artisti e malfattori, a Sotha Sil rispondevano maghi e artigiani. Secondo la dottrina ufficiale, i tre tribuni avevano ottenuto la divinità tramite disciplina e virtù sovrumane e saggezza e intuizione soprannaturali. Alcune delle principali città del Tempio erano Necrom, Almalexia, Clockwork City, Mournhold e Vivec City. Il Tribunale salvò i Dunmer da numerosi disastri, come quando Vivec bloccò nell'aria sopra la sua città Baar Dau, un gigantesco meteorite scagliato da Sheogorath, o quando Almalexia e Sotha Sil bandirono Mehrunes Dagon nell'Oblivion dopo che questi aveva raso al suolo Mournhold. Queste eccezionali imprese valsero al Tribunale la fiducia incondizionata del popolo Dunmer.

Vita e morteModifica

La manutenzione delle tombe di famiglia è solitamente scoraggiata dal Tempio, e la maggior parte dei defunti viene portata nella necropoli di Necrom o alla grande Rete Fantasma. Anche molti guerrieri del Tempio e delle Grandi Casate caduti in combattimento vengono condotti alla Rete Fantasma, allo scopo di fortificarne la struttura. Le tombe più antiche, però, hanno ancora altari e meravigliosi affreschi che raffigurano i membri del Tribunale e i santi del Tempio.

La Casa dei ProblemiModifica

Tribunale

Il Tribunale

La dottrina del Tempio sostiene che quattro Daedra rifiutarono di riconoscere la natura divina del Tribunale: Malacath, Mehrunes Dagon, Molag Bal e Sheogorath. Vengono considerati santi poiché mettono alla prova le debolezze dei Dunmer, ma sono allo stesso tempo visti come nemici dal popolo. Malacath mette alla prova le debolezze fisiche dei Dunmer, Molag Bal cerca di inquinare le linee di sangue delle Casate e indebolire il patrimonio genetico della razza, Sheogorath insidia i Dunmer con le malattie mentali, e Mehrunes Dagon li forza a sopravvivere e perseverare. Il culto di questi Daedra è esplicitamente proibito dal Tempio, e soldati imperiali e Ordinatori hanno l'ordine di mettere a morte chiunque se ne renda colpevole.

Eventi storici degli dei del TribunaleModifica

Come patroni dei Dunmer, i membri del Tribunale hanno affrontato e sconfitto molti pericoli che minacciavano il loro popolo.

Le battaglie di Vivec contro l'Uomo RubicondoModifica

Nella Caverna di Koal, Vivec combatté un'incarnazione del Principe Daedrico Molag Bal noto come Uomo Rubicondo. Il dio-poeta vinse la battaglia, ma risparmiò lo sconfitto in cambio della possibilità, per i Dunmer, di utilizzare la pelle degli adoratori dell'Uomo Rosso, i Dreugh, per farne corazze. Si dice che la battaglia sia stata così violenta da aver generato la regione di West Gash. L'Uomo Rubicondo attaccò in seguito la città di Tear, venendo nuovamente fronteggiato e sconfitto da Vivec.

Combattimento di Vivec contro Mehrunes DagonModifica

Vivec affrontò poi Mehrunes Dagon, quando questi assalì la città di Maar Gan. Mehrunes tentò di scagliare un'enorme roccia sulla città, ma Vivec lo schernì fino a fargli lanciare il masso su di sé. Nel punto ove questa roccia cadde gli abitanti di Maar Gan edificarono un santuario dedicato al Tribunale. Si dice che durante la battaglia Vivec consegnò la sua spada d'argento al Daedra, in modo che questi reputasse disonorevole combattere un nemico disarmato.

Vivec arresta Baar DauModifica

Statua Vivec

Statua di Vivec che ferma Baar Dau

Qualche tempo dopo gli inizi dell'era del Tribunale, il Principe Daedrico Sheogorath si ribellò ai tre dei, accusandoli di scimmiottare i Daedra. Scagliò quindi Baar Dau, una gigantesca meteora, sulla nuova città di Vivec. Appena visto il masso, Vivec alzò le mani e bloccò Baar Dau nel cielo sovrastante la città. Decise di lasciare la meteora in quella posizione per incentivare la fede del popolo nella potenza del Tribunale: se la fede fosse venuta a mancare il masso sarebbe precipitato.

Difesa di Mournhold da parte di Almalexia e Sotha SilModifica

Quando il Principe Daedrico Mehrunes Dagon trucidò la popolazione inerme di Mournhold, Almalexia e Sotha Sil unirono i propri poteri divini riuscendo infine a ricacciare il Daedra nell'Oblivion. A seguito della battaglia, Almalexia decise di stabilire la sua residenza a Mournhold, dove venne eretta una statua in suo onore che la raffigura mentre affronta Mehrunes Dagon.

Sconfitta delle forze di invasione di KamalModifica

L'assassinio degli ultimi membri della Dinastia Reman e i due consiglieri Tsaesci che presero le redini del potere dopo la loro morte, Versidue-Shaie e Savirien-Chorak, portarono il dominio dell'Impero Reman sul continente di Tamriel alla fine. Per vari secoli, Morrowind tentò di risollevarsi dopo la sconfitta maturata nella Guerra dei Quattro Punti sotto la guida dei tre Tribuni e del Tempio del Tribunale. Tuttavia, questo nuovo periodo di pace e prosperità venne interrotto dall'invasione dei Kamal, una razza nativa di Akavir conosciuta come Demoni della Neve di Kamal. Erano guidati dal re Ada'Soom Dir-Kamal. Le forze Kamal inizialmente sconfissero i Dunmer sotto il comando del Tribunale, e avanzarono da sud attraverso la Provincia dirigendosi a Vvardenfell. Superarono il Mare Interno e assediarono Vivec City, la sede del dio. Sotto la guida di Vivec e Almalexia, gli abitanti della città impararono a respirare sott'acqua. Dopodiché, il Tribunale sferrò un colpo devastante all'esercito Kamal, allagando le terre circostanti Vivec City e annegando la maggior parte degli assalitori. Questo però non fermò l'armata Kamal, che proseguì l'invasione attaccando le regioni continentali di Morrowind. Nel tentativo disperato di arrestare l'invasione, Almalexia tornò in segreto a Vvardenfell, ora territorio occupato dai Kamal, e si diresse alla Montagna Rossa, ove anticamente, nella Prima Era, i Dwemer vennero sconfitti durante la Guerra del Primo Consiglio. Nelle rovine della fortezza nanica trovò la forma addormentata del Re Sepolto, Ysmir Wulfharth, e lo svegliò, allo scopo di fargli guidare i Dunmer nella lotta contro i demoni Akaviri. I poteri combinati del Tempio del Tribunale, di Almalexia e Vivec, insieme a un'armata Nord e a veterani Argoniani, si unirono alle forze Dunmer guidate dall'Underking per spazzare via quanto rimaneva dell'esercito Kamal. Ada'Soom Dir-Kamal venne ucciso, e gli Akaviri vennero ricacciati in mare.

Persecuzioni degli eretici a MorrowindModifica

I Sacerdoti Dissidenti erano una setta che metteva in dubbio la dottrina del Tempio e sosteneva che il Tribunale mentisse riguardo a come avessero acquisito poteri divini. Vennero perseguitati e costretti a nascondersi anche per il fatto che ritenevano degna di approfondimento la profezia Ashlander sul Nerevarine. Ritenevano ingiusto l'atteggiamento del Tempio nei confronti del Nerevarine: la dottrina ufficiale non credeva nella reincarnazione di Nerevar, e gli Ordinatori imprigionavano o uccidevano senza pietà chi affermasse di essere il Nerevarine.

Il demone Dagoth UrModifica

Dagoth Ur era l'apparentemente immortale nemico del Tribunale che tormentò per anni Vvardenfell con le malattie Piaga e Corprus, che uccisero migliaia di Dunmer. La sua morte coincise con la caduta degli dei del Tribunale.

Il Nuovo TempioModifica

Dopo la scomparsa di Almalexia, Sotha Sil e Vivec, la Crisi dell'Oblivion e l'Anno Rosso, il popolo Dunmer entrò in un periodo di riorganizzazione e di ricerca di un'identità. Ciò portò al ritorno dell'antico culto dei Daedra Azura, Boethiah e Mephala. La nuova religione venne chiamata Nuovo Tempio, e rinominò i membri del precedente Tribunale come santi ed eroi, chiamando i tre Principi Daedrici "Vero Tribunale".

Casata IndorilModifica

I membri della Casata Indoril sono ferventi sostenitori del Tempio, e a questa casata appartengono molti dei sacerdoti e dei fedeli. Giacché il Tempio agisce come un ente governativo civile, la Casata e i suoi sotto-clan esercitano il potere sui suoi fedeli e sui suoi membri. Nerevar e sua moglie Almalexia appartenevano entrambi alla Casata Indoril, e per questo i membri della Casata sostenevano con forza il Tribunale. Tutti gli Ordinatori, inoltre, sono soldati Indoril.

Legge del TempioModifica

Essendo la Casata Indoril fervente sostenitrice del Tempio del Tribunale, i suoi Ordinatori hanno anche il compito di amministrare la legge religiosa.

TempliModifica

Vi sono molti templi in tutta Vvardenfell, costruiti nelle città e nei grandi villaggi. Sono spesso i punti in cui il giocatore si ritrova dopo aver usato la magia Intervento dell'Almsivi, e hanno santuari dedicati ai vari Santi del Tempio.

I santuariModifica

Tempio Mournhold

Il tempio di Mournhold

I santuari possono essere trovati all'interno dei templi. Li si può usare per curare le malattie, curare il Flagello e riprendersi dagli effetti dei veleni. Ognuno, inoltre, ha un effetto particolare e unico:

Posizioni dei santuari del TempioModifica

LeadershipModifica

Il Tempio del Tribunale è guidato da un patriarca. Patriarchi conosciuti sono:

Organizzazione militare del TempioModifica

L'ossatura militare del Tempio del Tribunale consiste in un gruppo di soldati d'élite chiamati Ordinatori, che sorvegliano i vari templi e difendono Vivec City. La gerarchia è composta da quattro grandi: Ordine della Guardia, Ordine della Guerra, Ordine dell'Inquisizione e Ordine della Dottrina e Ordinazione. L'Ordine della Guardia sono le sentinelle dei templi e dei santuari. L'Ordine della Guerra combatte i nemici del Tempio; molti Ordinatori della Guerra sono di stanza vicino alla Momtagna Rossa, su Vvardenfell, per combattere e mantenere protetta la Rete Fantasma. Gli Ordinatori della Dottrina e Ordinazione sono studiosi militari. L'Ordine dell'Inquisizione individua e sopprime le eresie tra il clero e i fedeli. Il capo degli Ordinatori su Vvardenfell è Berel Sala. I quattro ordini obbediscono alle regole dell'Alma Rula. Gli Alti Ordinatori sono le guardie della città di Mournhold. Sono scelti tra i più forti e valenti combattenti del Tempio e sono guidati da Fedris Hler. I più abili e leali fra gli Alti Ordinatori sono scelti come guardie personali di Almalexia. Sono chiamati Mani di Almalexia, e sono dotati di superbe armi e armature imbevute di potenti incantamenti. Sono considerati tra i guerrieri più letali di Tamriel. I Sacerdoti Dissidenti denunciano l'uso di tattiche terroristiche, rapimenti, torture e arresti segreti per dissipare eresie e decadenza nel Tempio. Un altro ordine militare del Tempio sono gli Armigeri Solerti, il cui compito (nel quale hanno avuto poco successo) è impedire al Flagello di uscire dalla Montagna Rossa. Sono guidati da Galdal Omayn e servono esclusivamente Vivec.

SantiModifica

Il Tempio ha proclamato Sante alcune persone in virtù delle loro azioni grandiose. Vi è un gran numero di Santi maggiori e minori, ognuno con la propria sfera di influenza:

  • Benedetta Almalexia la Custode - patrona di Insegnanti e Guaritori
  • Lord Sotha Sil il Mago - patrono di Maghi e Artigiani
  • Lord Vivec il Poeta - patrono di Artisti e Malfattori
  • Indoril Nerevar il Capitano - patrono di Guerrieri e Statisti
  • Veloth il Pellegrino - patrono dei Reietti e di chi cerca lo Spirito
  • Aralor il Penitente - patrono di Conciatori e Minatori
  • Delyn il Saggio - patrono di Ceramisti e Soffiatori di vetro
  • Felms il Coraggioso - patrono di Macellai e Pescivendoli
  • Llothis il Pio - patrono di Sarti e Tintori
  • Rilms lo Scalzo - patrono di Pellegrini e Mendicanti
  • Meris il Mediatore di Pace - patrono di Contadini e Lavoratori
  • Olms il Giusto - patrono di Marinai, Negozianti e Impiegati
  • Roris il Martire - patrono di Arredatori e Carovanieri
  • Seryn il Misericordioso - patrono di Birrai, Fornai e Distillatori
  • Jiub lo Sterminatore della Minaccia Alata

LetteraturaModifica

Il Tempio ha molti libri che analizzano nel dettaglio le vite dei tre Tribuni e il modo in cui adorarli, libri per bambini e novelle sui santi:

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.