FANDOM



Quotebg2
"Redguard è un'avventura dinamica ambientata nel vasto mondo di The Elder Scrolls. Una deviazione dai GDR puri di Arena e Daggerfall, Redguard combina elementi dei giochi di avventura con duelli di cappa e spada, ambientandoli in un mondo 3D vivente."
―Redguard FAQ[1]

DescrizioneModifica

The Elder Scrolls Adventures: Redguard è un'avventura dinamica sviluppata e pubblicata da Bethesda Softworks. Ambientato nel mondo Elder Scrolls, il suo stile in terza persona ricorda molto i titoli della saga di Tomb Raider. E' uno dei primi spin-off della serie The Elder Scrolls.

TramaModifica

Il gioco è ambientato a Tamriel, nell'anno 864 della Seconda Era. Si colloca, quindi, circa quattro secoli prima di Arena e dei tre titoli principali successivi. La storia riguarda Cyrus, un giovane Redguard che giunge sull'isola di Stros M'Kai in cerca della sorella. Tuttavia, presto verrà coinvolto in un pericoloso intrigo politico.

Apertura del giocoModifica

E' la tarda Seconda Era, un'epoca di guerra nella quale l'Impero di Tiber Septim spazza i regni di Tamriel in un glorioso tentativo di conquista. A Septim si oppongono da ogni parte, ma nessuno più ferocemente dell'Hammerfell, la patria ancestrale dei Redguard. Il Re dei Re dell'Hammerfell, Thassad II, resiste alle invasioni Imperiali anche se vede crollare gli altri regni, fino a quando, alla fine, senza preavviso e sorprendentemente privo di tradimenti a corte, la morte lo coglie. Morto il proprio Re dei Re, l'Hammerfell rimane paralizzato da una sanguinosa guerra civile fra le Corone, che combattono per la sovranità della propria terra, e gli Antenati, che hanno accettato il dominio dell'Imperatore. Le Corone, guidate dall'erede di Thassad, il Principe A'Tor, sono continuamente vittoriose, versando il sangue degli Antenati sulle sabbie di tutto l'Hammerfell. Dalla sua sede di potere nella città portuale di Stros M'Kai, il Principe A'Tor riunisce lentamente il regno distrutto del padre. Sentendo che la sconfitta è imminente, gli Antenati firmano un patto con l'Imperatore, permettendo che passi con le sue armate, schiacci le Corone e governi da solo l'Hammerfell. Le armate di Tiber Septim si dimostrano troppo forti per le orgogliose Corone Redguard.

Tiber Septim invia il suo migliore comandante, Lord Richton, a Stros M'Kai, per chiudere la presa sul Principe A'Tor e le Corone. Il principe raduna le proprie forze e si prepara per un'ultima difesa. Sapendo che è in gioco la sovranità sull'Hammerfell, le forze delle Corone eguagliano la potenza dell'Impero, incontrandolo nel porto di Stros M'Kai per la battaglia finale. Il combattimento è feroce. Lord Richton, avendo visto le precedenti vittorie del Principe sul mare, decide di sfoderare la sua ultima risorsa...

...il Drago, Nafalilargus, orgoglioso gioiello della corona Imperiale. A'Tor comanda ai suoi arcieri di preparare le armi...

...ma viene colpito dall'assassino di Richton, abbattuto da una freccia il cui veleno si diffonde troppo velocemente. Il mago di A'Tor tenta di salvare il Principe, ma il drago mette fine alla sua magia e alle speranze di vittoria per le Corone in un singolo, ardente respiro. Avendo conquistato le Corone, le forze dell'Imperatore rivendicano il dominio su tutto l'Hammerfell. Guarnigioni Imperiali vengono messe di stanza in ogni città, e lo stasso Richton viene nominato Governatore Provvisorio di Stros M'Kai. I mesi passano. I Redguard dell'Hammerfell, sia Corone sia Antenati, imparano a vivere sotto la legge Imperiale, e Tiber Septim estende i suoi domini al resto di Tamriel. È solo attraverso il destino che tutto ciò verrà a interessare il nostro eroe Cyrus, un Redguard che lasciò l'Hammerfell molto tempo fa' per girovagare ai confini dell'Impero.[2]

CaratteristicheModifica

Redguard funziona in MS-DOS e presenta una modalità software e una modalità accelerata 3D per computer con una scheda grafica Voodoo2. Il manuale di gioco, inoltre, include una sezione chiamata Guida Tascabile all'Impero, ove vengono forniti dettagli a proposito delle province dell'Impero all'epoca in cui è ambientato il gioco. La guida è scritta dal punto di vista di un Imperiale, e ha diverse note scritte a mano da un anti-imperiale. Infine, in alcune confezioni del gioco la mappa allegata è parzialmente bruciata, per aggiungere ulteriore autenticità al prodotto.

Le prime copie di Redguard, inoltre, includevano un libro a fumetti dal titolo The Origin of Cyrus!. Il libro tratta degli eventi che hanno portato all'avventura di Cyrus a Stros M'Kai.

Requisiti di sistemaModifica

  • Pentium 166 MHz
  • 32 MB di RAM
  • 350 MB di spazio libero sul disco rigido
  • Windows 95
  • Scheda audio a 16-bit
  • Supportata: Scheda video 3Dfx, gamepad a 4 pulsanti[1]

GalleriaModifica

CuriositàModifica

  • Redguard venne rilasciato nel 1998, tra i videogiochi Daggerfall e Morrowind e gli spin-off Battlespire e Stormhold.
  • Nel gioco appare uno dei pochi membri conosciuti della razza Sload, il negromante N'Gasta.
  • Redguard avrebbe dovuto avere un sequel incentrato sull'Occhio di Argonia, ma il progetto venne cancellato.
  • Nella sequenza cinematica di apertura di Redguard compaiono riferimenti a due giochi della serie principale che dovevano ancora essere rilasciati. Sullo sfondo si possono vedere diversi libri allineati su una scaffalatura: The Elder Scrolls: Arena, The Elder Scrolls II: Daggerfall, The Elder Scrolls III: Morrowind e, infine, The Elder Scrolls IV: Oblivion. All'epoca del rilascio di Redguard, né MorrowindOblivion erano stati annunciati[2].
    • Sullo scaffale c'era anche un quinto libro, intitolato "Romaneli", ma non è mai uscito un gioco con questo nome. Invece, il quinto titolo della serie principale si chiama Skyrim. È probabile che fosse un titolo puramente in lavorazione, giacché lo sviluppo di Skyrim era ancora lungi dall'iniziare.
  • Il gioco avrebbe dovuto essere il primo titolo di una nuova serie chiamata The Elder Scrolls Adventures, ma le basse vendite indussero Bethesda ad accantonare il progetto e a concentrarsi sulla serie principale.
  • È il primo gioco della saga in cui gli Imperiali compaiono come razza a parte.

Collegamenti esterniModifica

RiferimentiModifica

  1. 1,0 1,1 1,2 Redguard FAQ
  2. 2,0 2,1 Apertura di The Elder Scrolls Adventures: Redguard
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.