FANDOM



Descrizione

The Elder Scrolls IV: Knights of the Nine è la prima espansione ufficiale per il quarto titolo della serie principale di The Elder Scrolls, Oblivion. Annunciata il 17 Ottobre 2006, venne rilasciata il 21 Novembre. Fu sviluppata, pubblicata e rilasciata in Nord America dalla Bethesda Softworks. In Europa, il gioco venne co-pubblicato insieme a Ubisoft. In seguito, l'espansione venne inclusa nella Game of the Year edition e nella 5th Anniversary Edition di Oblivion insieme all'altro DLC, Shivering Isles.

La versione per Windows è disponibile sia come download dal sito della compagnia, sia come parte dell'Oblivion Downloadable Content Collection CD, un pacchetto che include tutti i contenuti scaricabili di Oblivion; la versione per Xbox 360 è disponibile sull'Xbox Live Marketplace; il pacchetto per la PlayStation 3, infine, include già Knights of the Nine. L'espansione venne accolta generalmente bene dalla stampa di settore. Sebbene apportasse piccole modifiche alle meccaniche base di Oblivion, alcuni recensori la elogiarono come una concisa e pulita aggiunta alla trama principale di The Elder Scrolls IV.

Scenario

Knights of the Nine è incentrato sull'omonima fazione, un gruppo di cavalieri dediti alla ricerca e conservazione delle "Reliquie del Crociato". Una volta recuperate, queste reliquie devono essere utilizzate per sconfiggere il re-stregone Umaril, che cerca vendetta sui Nove Divini.

Gameplay

Il DLC non cambia di molto il gameplay di Oblivion's; include una nuova missione principale, nemici, oggetti e regioni esplorabili, ma non ci sono mutamenti nel motore di gioco, nell'interfaccia o nel design base.

Knights of the Nine è un esempio di gameplay in stile sandbox a mondo aperto; la missione principale può essere tranquillamente posticipata o del tutto ignorata, e il giocatore può dedicarsi a esplorare il mondo, compiere missioni secondarie, interagire con gli NPC e sviluppare a piacimento il proprio personaggio. Contrariamente ai contenuti pubblicati in precedenza da Bethesda per Oblivion, Knights of the Nine non ha un avvio esplicito: il giocatore dovrà individuare la missione principale senza indicazioni esterne.

Trama

Divino Crociato Umaril

L'Eroe di Kvatch affronta Umaril indossando le Reliquie del Crociato.

La missione principale di Knights of the Nine sia avvia quando il giocatore raggiunge la Cappella di Dibella. Di recente, il sito è stato teatro di un attacco; sacerdoti e sacerdotesse sono stati uccisi, e l'altare profanato. In cerca di una spiegazione, il giocatore dovrà consultare un profeta locale. QUesti gli dirà che il responsabile è Umaril, un antico re-stregone assetato di vendetta. Umaril, secondo il profeta, può essere sconfitto solo da un Crociato, benedetto dai Divini e indossante le reliquie dell'uomo che per primo uccise Umaril, Pelinal Fasciobianco. Questi, infatti, uccise il corpo fisico di Umaril, ma non riuscì a eliminarne lo spirito. Il giocatore assicura al profeta che andrà in cerca delle reliquie e distruggerà definitivamente Umaril, riuscendo dove Pelinal aveva fallito.

Il giocatore inizia così un viaggio alla ricerca delle reliquie; dovrà recuperare, nell'ordine, elmo, corazza, stivali, mazza, scudo, guanti, gambali e spada del Crociato. Lungo la strada, alcuni altri personaggi si uniranno alla missione. Insieme, quindi, ricreeranno i Cavalieri dei Nove, una fazione dedita alla protezione delle reliquie ma i cui membri originali sono morti da tempo. Con le reliquie riunite e l'ordine ricostituito, il giocatore parte per affrontare Umaril nel suo tempio a Garlas Malatar. Mentre i Cavalieri sconfiggono i seguaci di Umaril, il giocatore uccide la forma mortale dello stregone. Lo seguirà, quindi, nel reame spirituale, dove ne sconfiggerà anche l'anima. Tornato nella terra dei viventi, il giocatore viene accolto dai Cavalieri festanti, che lo ringraziano e lodano gli dei.

Produzione, rilascio e disponibilità

Prima dell'annuncio di Knights of the Nine, Bethesda mise in atto un piano abbastanza nuovo di rilascio di contenuti scaricabili tramite microtransazioni, dal prezzo oscillante fra 0.99 US$ e 2.99 US$, evitando la comune pratica di vendita di pacchetti espansione. Il piano venne inizialmente criticato dai clienti a causa del valore presumibilmente basso dei contenuti, ma quando i prezzi vennero abbassati e i contenuti aumentati, il piano divenne più popolare. Il rilascio, oltre a scatenare vibranti controversie, suscitò domande sui futuri piani di rilascio di Bethesda, e se il rilascio di pacchetti espansione fosse realmente necessario. Nell'Agosto 2006, un impiegato Bethesda scrisse un post su un forum Elder Scrolls in cui asseriva che la compagnia "non aveva in programma di sviluppare un'espansione per Oblivion". Altre domande nacquero da una lista di prodotti trovata sul sito di un GameStop l'11 Settembre 2006, che riportava un Knights of the White Stallion Expansion Pack per Oblivion. Il gioco aveva una data di rilascio fissata al 21 Novembre 2006, e un prezzo richiesto di 19.99 US$. Il titolo rimase sul sito solo brevemente, venendo rimosso dopo che il sito di gaming GameSpot chiese spiegazioni a Bethesda.

Priorato dei Nove

Il Priorato dei Nove, sede dell'Ordine.

Knights of the Nine cominciò la propria storia come una supposta missione "esclusiva" per PlayStatio 3. Insieme alla conferma del rilascio fissato al 9 Ottobre 2006, alcuni siti di gaming riportarono che il rilascio avrebbe incluso "un'enorme missione esclusiva" incentrata su "una nuova fazione, I Cavalieri dei Nove". Al termine "esclusiva", tuttavia, alcuni siti anteposero un "presumibilmente". Le ipotesi di esclusiva, in ogni caso, non durarono a lungo: il 17 Ottobre 2006, Bethesda annunciò che il rilascio del contenuto Knights of the Nine era programmato anche per PC e Xbox, suscitando i commenti di Joystiq, che osservò "quanto era schizzinosa" la parola "esclusiva", e di Kotaku, che scrisse di come "il contenuto PS3 di Oblivion non è rimasto esclusivo per molto... o per niente". Altri siti non videro incongruenze nell'annuncio: GameSpot sostenne che Knights of the Nine era semplicemente "Knights of the White Stallion" con un nome differente, e 1UP.com aveva anticipato la mossa sin da quando, durante un intervista di IGN al Produttore Esecutivo di Oblivion, Todd Howard, quest'ultimo aveva identificato l'obiettivo generale di Bethesda nell'"avere tutti i nostri contenuti disponibili per ogni piattaforma"; l'annuncio finale servì solo a confermare i loro sospetti.

La conferenza stampa del 17 Ottobre stabilì il 21 Novembre 2006 come inizio della distribuzione in Nord America delle versioni Xbox 360 e PC del gioco. Il rilascio in Europa, sempre per Xbox 360 e PC, era invece fissato a due giorni dopo, il 23 Novembre. Il rilascio europeo sarebbe stata una co-pubblicazione di Bethesda e Ubisoft. Il 9 Novembre 2006, Bethesda chiarì le precedenti affermazioni riguardo al rilascio per PC, dichiarando che, sebbene l'edizione fisica di Knights of the Nine per PC fosse fissata al 21 Novembre, la versione scaricabile non sarebbe stata disponibile che dal 4 Dicembre. Questo causò diverse lamentele da parte dei clienti, poiché, fino a quella data, gli utenti Xbox 360 avrebbero potuto acquistare il gioco dall'Xbox Live Marketplace per 800 Microsoft Points (l'equivalente di 10.00 US$ o 6.80GB£), mentre i possessori di PC avrebbero avuto disponibile solo la versione fisica a 19.99 US$. L'aumento di prezzo della versione fisica per PC era dovuta al fatto che comprendeva molti dei contenuti scaricabili: Horse Armor, The Orrery, Wizard’s Tower, Vile Lair, Thieves Den, Mehrunes’ Razor e Spell Tomes. Tali contenuti non erano inclusi né nella versione scaricabile per PC, né nel download dall'Xbox Marketplace e neppure nell'edizione PlayStation 3. Il rilascio scaricabile ebbe luogo, in effetti, solo il 6 Dicembre, al prezzo di 9.99 US$. Secondo il GamerMetrics di IGN Entertainment, un servizio basato sulle attività degli utenti del sito, il pacchetto fu il quarto rilascio più atteso della settimana, dopo "Tom Clancy's Rainbow Six: Vegas", "Superman Returns" e "College Hoops 2K7".

Accoglienza

Recensioni e punteggi
  • Eurogamer 8 su 10[9]
  • GamePro 4.25 su 5[8]
  • GameSpot 8.3 su 10[7]
  • PC Gamer (US) 80 su 100
  • PC Gamer (UK) 74 su 100
Selezioni di diverse recensioni
  • Game Rankings 84 su 100 (basato su 12 recensioni)
  • Metacritic PC 81 su 100 (basato su 12 recensioni)
  • Metacritic 360 86 su 100 (basato su 8 recensioni)

In generale, Knights of the Nine ottenne una buona accoglienza dalla stampa di settore. Metacritic, un sito di recensioni, assegnò alla versione PC del gioco 81 punti su 100, e 86 su 100 alla versione per Xbox 360. GameSpot raccomandò il gioco per il suo valore; sebbene apportasse poche migliorie all'esperienza originale di Oblivion, Knights of the Nine assicurava "un giorno o due di missioni a un prezzo basso". Commenti simili seguirono su GamePro, che trovò come la "limpidezza" e il "prezzo abbordabile" del pacchetto scusassero il fatto che il contenuto "non cambiasse realmente il gameplay [di Oblivion]". Eurogamer lodò il gioco per la trama memorabile e contenuti nuovi e unici. Conclusero che se "stai cercando più o meno questo, non puoi veramente discutere su quello che Bethesda ha offerto ai suoi fan più entusiasti". Ciò nonostante, le recensioni invitarono alla cautela, poiché qualora i consumatori avessero cominciato ad accettare appieno i contenuti a prezzo individuale, Bethesda avrebbe potuto iniziare a far pagare per ogni nuova missione.

Galleria

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.