FANDOM


Per la condizione di esistenza, vedi Sangue di Drago


Quotebg2
"Le leggende di Skyrim parlano di un eroe noto come Sangue di Drago, un guerriero con il corpo di un mortale e l'anima di un drago, il cui destino è distruggere il malvagio drago Alduin."
―Schermata di caricamento[src]

L'Ultimo Sangue di Drago o Laat Dovahkiin (Dovahzul: LAaTDOVAhKIiN Laat-Dovah-Kiin, "Ultimo-Sangue-di-Drago"), cui generalmente ci si riferisce come il Sangue di Drago (Dovahzul: DOVAhKIiN Dovah-Kiin, "Sangue-di-Drago"), è il personaggio del giocatore nonché il protagonista di The Elder Scrolls V: Skyrim e delle relative espansioni, Dawnguard e Dragonborn.

EtimologiaModifica

Nella Lingua dei Draghi, "Dovahkiin" è la combinazione della parole "Dovah", che significa "Drago", e "kiin", che significa "nato" o "bambino", e viene generalmente tradotto come "Sangue di Drago". Dovahkiin ha, inoltre, un altro significato: il "Dov" in "Dovah" si riferisce alla razza dei draghi nella sua interezza, mentre la "ah" significa "cacciatore". Interpretato in questo modo, il termine viene tradotto come "Nato Cacciatore della Razza Draconica", una descrizione che coincide perfettamente con la missione che è destinato a compiere il Sangue di Drago.

Quotebg2
"Nella loro lingua lui è Dovahkiin, Sangue di Drago."
Esbern nel trailer di Skyrim

Interessante è come i draghi usino il termine Dovahkiin come nome proprio per riferirsi o parlare del Sangue di Drago. Giacché la nomenclatura convenzionale del popolo draconico prevede che i nomi propri siano composti di tre parole, quando l’eroe viene richiamato dai Barbagrigia dopo aver ucciso Mirmulnir, Dov-Ah-Kiin viene scisso in tre parole separate. Ciò conferma che la traduzione corretta di "Dovahkiin" sia "Nato Cacciatore della Razza Draconica".

ProfeziaModifica

La comparsa dell'Ultimo Sangue di Drago è profetizzata sul Muro di Alduin, un grande bassorilievo all'interno del Tempio del Rifugio Celeste. Esso rappresenta diversi eventi che precederanno il ritorno del dio Nord della Distruzione, Alduin. In sé, la profezia è terribile, ma gli studiosi ritennero che i suoi presagi fossero stati adempiuti e che un singolo individuo, dotato degli stessi poteri del Thu'um che possiedono i draghi, sorgerà per combattere Alduin e assicurare la sopravvivenza di Nirn. Nel 4E 201, durante l'infuriare della Guerra civile di Skyrim, Alduin, effettivamente, ritornò. Resuscitando un'armata di draghi, tentò di percorrere nuovamente il suo percorso di distruzione. Verrà infine sconfitto in una battaglia con l'Ultimo Sangue di Drago e tre antichi eroi Nord sul terreno di Sovngarde.

ContestoModifica

Quotebg2
"Ti nomino Eroe dei Nord, Sangue di Drago, che nessuno lo neghi."
Galmar Pugno Roccioso[src]

Come i precedenti Sangue di Drago che sono apparsi nel corso della storia, come Reman Cyrodiil, Tiber Septim e Miraak, l'Ultimo Sangue di Drago ha la capacità di consumare l'anima di un drago che ha ucciso assorbendone la conoscenza e i poteri, apprendendo le parole del potere praticamente all'istante. Né Reman né Tiber, tuttavia, sono mai stati visti uccidere un drago e assorbirne l'anima. Si dice che le Blade abbiano sempre guidato, protetto e servito il Sangue di Drago, che considerano "Il Supremo Uccisore di Draghi".

All'inizio di Skyrim, le 7 del 17 Ultimo Seme del 4E 201, il Sangue di Drago è un prigioniero, catturato dai soldati della Legione Imperiale. Mentre viene condotto al piccolo villaggio di Helgen, il Sangue di Drago scopre che Ulfric Manto della Tempesta, il leader della Ribellione dei Manto della Tempesta, è uno dei suoi compagni di prigionia. Raggiunta Helgen, il Capitano Imperiale locale condanna tutti i prigionieri a morte. Pochi secondi prima dell'esecuzione del Sangue di Drago, Alduin attacca l'insediamento, consentendogli di fuggire. A prescindere dalla razza, il Sangue di Drago inizia conoscendo già le magie Fiamme e Cura, il che indica come abbia studiato le arti arcane prima di giungere a Skyrim.

Nel corso della missione "Nessuno Fugge dalla Miniera di Cidhna", il Sangue di Drago può scegliere di rivelare se abbia o meno una famiglia. Parlando con Serana, il Sangue di Drago può spiegare che tipo di relazioni aveva con la propria famiglia, mentre durante la missione "Il Sapore della Morte", Eola può rivelargli come egli abbia già provato il sapore della carne umana mangiando, in gioventù, un proprio congiunto morto.

Salutandolo formalmente, i Barbagrigia lo nominano "Ysmir", Drago del Nord. Lo stesso titolo è stato attribuito a Tiber Septim, Wulfharth e probabilmente ad ogni altro Sangue di Drago che abbia fatto visita ai Barbagrigia.

AspettoModifica

I trailer e le concept art raffigurano il Sangue di Drago come un maschio Nord con i capelli biondo-bruno e gli occhi di un azzurro chiaro. Indossa una corazza borchiata, un elmo di ferro, guanti di ferro e stivali di ferro. In uno dei trailer, il Sangue di Drago impugna una spada d'acciaio e uno scudo laminato, mentre in uno screenshot brandisce contemporaneamente una spada d'acciaio e un pugnale d'acciaio. In Skyrim, così come negli altri capitoli di The Elder Scrolls, razza, genere, aspetto ed equipaggiamento vengono scelti dal giocatore.

GalleriaModifica

CuriositàModifica

  • La corazza borchiata presente nei poster ha lo spallaccio sulla spalla destra del Dovahkiin, mentre nel gioco si trova sulla spalla sinistra.
    • Inoltre, l'elmo di ferro raffigurato nei poster è molto meno esteso ai lati della bocca del suo corrispettivo nel gioco.
      • Se, tramite i comandi di console, viene fatta comparire una copia del personaggio del giocatore, questi indosserà sempre un'armatura di ferro completa.
  • Nel DLC Dragonborn, un dialogo con Hermaeus Mora suggerisce che l'Ultimo Sangue di Drago si troverà nuovamente ad Apocrypha dopo gli eventi dell'espansione: "Se ti stanchi della tua ricerca, leggi nuovamente il tuo libro per tornare alla tua vita mortale. Per un periodo. Il fascino di Apocrypha ti richiamerà. E' il tuo destino." Inoltre, il dialogo con il Principe dimostra che l'Ultimo Sangue di Drago è divenuto il suo Campione dopo la sconfitta di Miraak: "Nessun problema, ho trovato un nuovo Sangue di Drago per servirmi."
    • Il destino finale del Sangue di Drago viene, tuttavia, messo in discussione quando Frea gli consiglia di non diventare il servo di Hermaeus Mora: "Sebbene tu non sia uno Skaal, sei un amico degli Skaal, quindi ti avverto: Herma-Mora ti ha obbligato a servirlo per sconfiggere Miraak. Non permettergli di attirarti ancora lungo questo sentiero. Il Grande Creatore ha fatto di te un Sangue di Drago per uno scopo più alto. Non dimenticarlo."
  • In The Elder Scrolls V: Skyrim, The Making of Skyrim, Emil Pagliarulo asserisce che l'Ultimo Sangue di Drago era un "criminale e accusato di un qualche crimine.", il che spiegherebbe perché, all'inizio del gioco, si trova prigioniero.
    • Ciò viene contraddetto da Mark Lampert, che afferma come abbiano ripulito la storia precedente del Sangue di Drago.
  • Il Legato Fasendil indica come il Sangue di Drago sia originario di Cyrodiil, ma non è chiaro se il Sangue di Drago usi la parola "casa" come "casa propria" o "casa di Fasendil".
  • In un dialogo con Serana riguardo alla di lei famiglia, Serana chiederà al Sangue di Drago di parlarle della sua famiglia. Le risposte possibili sono le seguenti:
    • "Erano brave persone. Mi mancano."
    • "Siamo molto legati. Non vedo l'ora di rivederli."
    • "Non siamo mai andati molto d'accordo. E' un bene che non li vada da un po'."
    • "Non li ho mai conosciuti. Sono cresciuto solo."
  • Un dialogo con un Giudice Thalmor rivela che l'Ultimo Sangue di Drago crede in Talos come dio, giacché quando viene interrogato sulla questione non vi sono opzioni di dialogo in senso contrario.

ApparizioniModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.